WALL ST TENTA IL RECUPERO DOPO CAUTELA DI IERI

26 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

All’indomani di una seduta seduta coi piedi di piombo sulla scia del mega rally di mercoledi’, i mercati americani provano a risalire la china.

Ci riesce abbastanza bene il Nasdaq, che del resto ieri ha ceduto oltre il 4%, aiutato soprattutto dai rialzi dei software, mentre fa piu’ fatica il Dow Jones, combattuto tra la ripresa dei titoli finanziari (comunque a rischio ciclone Citigroup e J.P. Morgan ) che beneficiano di una nota positiva di Goldman , e il forte calo del colosso della difesa Boeing (BA – Nyse) dopo la notizia che ritardi burocratici e disarccordi tra le diverse agenzie federali hanno ostacolato la richiesta di rifornimento di nuove tecnologie per la sicurezza), soprattutto negli areoporti per i quali l’amministrazione Bush, quasi un anno fa, aveva promesso un rafforzamento dei sistemi di sicurezza.

Il dato migliore delle stime della fiducia dei consumatori Michigan di fine luglio, ha contribuito a rafforzare il clima positivo dell’avvio, che a sua volta era stato innescato dalla nota favorevole di Goldman Sachs sulle infrastrutture chip. Il settore e’ tuttavia attualmente piatto dopo che ad oscurare la nota di Goldman e’ arrivata la cautela di Deutsche Securities .

Bassi comunque i volumi registrati oggi rispetto ai giorni scorsi.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

A sostenere il Nasdaq e’ dunque il settore software che applaude alla trimestrale e alle dichiarazioni positive di Verisign (VRSN – Nasdaq).

Non mancano pero’ altre cattive notizie sull’high tech che determinano la debolezza di diversi settori. Sulle fibre ottiche si si fanno sentire i ribassi del primo produttore al mondo di fibre ottiche JDS Uniphase Corp (JDSU) – che annunciato che nel prossimo trimestre le perdite saranno il doppio di quanto previsto ora dagli analisti. Sulle infrastrutture chip e cellulari, pesa il calo del colosso dei cellulari Ericsson (ERICY) per il quale l’agenzia di rating Moody’s ha tagliato il rating sul credito a ‘junk’. Il titolo cede oltre il 18%.

Come si diceva prima, i finanziari sono oggi in recupero ma sul settore rimangono le preoccupazioni per il coinvolgimento di Citigroup (C – Nyse) e J.P. Morgan (JPM – Nyse) nella frode di Enron. Proprio oggi la notizia che il il Senato ha richiesto ai CEO dei due gruppi di fornire una deposizione sotto giuramento entro lunedi’ sulla natura delle entita’ estere usate per aiutare l’ex colosso energetico a nascondere la reale situazione finanziaria.

I TITOLI E I SETTORI IN MOVIMENTO

SEMICONDUTTORI (SOX)
In recupero oggi il settore grazie alla nota positiva di Goldman sulle infrastrutture. La nota di Goldman e’ in parte oscurata da quella di Deutsche Securities .

SOFTWARE (GSO)
In crescita sospinti dalle dichiarazioni e dalla trimestrale positiva di Verisign

FINANZIARI (DG_FIN)
Il settore beneficia soprattutto della nota positiva di Goldman. Sullo sfondo rimangono tuttavia le preoccupazioni sul coinvolgimento di Citigroup e JPM nella frode di Enron.

BIOTECH (BTK)
In leggero rialzo. Debole invece Genzyme (GENZ – Nasdaq), che accusa il forte balzo dell’inglese Oxford GlycoSciences. Il gruppo inglese ha dichiarato che il trattamento messo a punto per la cura della malattia genetica Gaucher ha ricevuto un primo consenso da parte delle autorita’ competenti. La notizia ha zavorrato cosi’ le azioni della societa’ americana.

HARDWARE (GHA)
Settore in leggero rialzo. Cresce Dell (DELL – Nasdaq) ha dichiarato che potrebbe espandere la sua produzione verso i cosidetti PDA (presonal digital assistant), micro computer digitali, attraverso una collaborazione con Compal Electronics, una società con base a Taiwan. Questo potrebbe portare il colosso di Austin ad allargare i propri obiettivi per prepararsi al prossimo periodo natalizio, il momento di punta della vendita di prodotti elettronici.

FIBRE OTTICHE (FOP)
In calo il settore sulla scia delle cattive notizie sugli utili arrivate da JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq)

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.