WALL ST. SPINTA DA BANCHE E SOCIETA’ AL CONSUMO

3 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

I listini azionari americani arrivano al traguardo di meta’ seduta in lieve progresso, dopo che diverse aziende retail, da Costco Wholesale a Gap, hanno riportato un calo delle vendite meno pesante del previsto. A sollevare il morale degli investitori ci ha pensato anche la Cina, con la Borsa di Shanghai che ha registrato il maggiore rialzo in sei mesi (+4.8%).

Hai approfittato del rialzo di +55% dello S&P500 da marzo ad agosto? Ora per guadagnare sul ribasso, abbonati a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca su INSIDER

I rialzi sono tuttavia moderati, con i dati macro che non sono stati sufficienti ad alimentare le speculazioni secondo cui la ripresa economica sara’ abbastanza forte da giustificare il rally poderoso che va avanti da sei mesi. Le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono calate, anche se in misura piu’ contenuta rispetto alle attese, mentre dall’indice ISM e’ emerso che il settore dei servizi e’ ancora in fase di contrazione.

Tra i titoli migliori si distinguono Bank of America e JPMorgan Chase, che contribuiscono ai forti guadagni del settore finanzario. La lettera si abbatte invece sugli operatori di telecomunicazioni, con AT&T che accusa i cali piu’ pesanti.

Sotto i riflettori il comparto retail, con le societa’ che hanno iniziato a presentare le cifre riguardanti il fatturato nel mese di agosto. Nel complesso secondo le stime del mercato le cifre avrebbero dovuto mostrare una flessione del 3.8%, con i negozi di abbigliamento e di vendite all’ingrosso tra i piu’ colpiti. Tuttavia, soprattutto le prime, hanno sorpreso in positivo.

Per il momento i numeri sono infatti da considerarsi buoni. Costco Wholesale e’ stata la prima a pubblicare le cifre, annunciando un calo del 2%, meno marcato del previsto. I titoli GAP fanno un balzo del 7% dopo che l’azienda di abbigliamento ha annunciato dati migliori del previsto. Target ha invece riportato un calo del 2.9% contro il consensus del -5.2%, la catena di negozi a basso costo Family Dollar ha annunciato un rialzo dell’1%, The TJX Companies un progresso del 5% a fronte di attese per un piu’ contenuto +3.8%, mentre Aeropostale ha registrato un rialzo del 9%, che si confronta con il +6.9% atteso. Delude invece JC Penny con un calo superiore alle stime, pari a -7.9%

In ambito macro, l’indice a cura dell’Institute for Supply Management ha mostrato un miglioramento superiore alle attese del settore dei servizi nel mese di agosto. Tuttavia il dato di 48.4 segnala ancora una contrazione delle attivita’.

La settimana scorsa le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono calate, ma in misura inferiore alle previsioni, mentre le richieste continuative sono nuovamente salite. Gli analisti prevedevano un ribasso a 565 mila, che si confronta invece con le 570 mila unita’ annunciate un’ora prima del suono della campanella.