WALL ST: SCENDE IL GREGGIO, SI RIVEDE QUALCHE BUY

22 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Tra i principali indici azionari Usa, l’unico in discreto rialzo a meta’ giormata e’ il Nasdaq, il Dow Jones e l’S&P500 stanno cercando di trovare supporto poco sopra la linea di parita’ (controlla la performance in tempo reale). La recente serie di ribassi sembra comunque destinata a chiudersi, complice il ritracciamento del greggio dai nuovi massimi di $135.

L’attuale valutazione dell’azionario e il dato giunto dal mercato del lavoro hanno riportato qualche Buy sull’azionario, ma come e’ possibile verificare dall’andamento degli indici, manca la decisa convinzione da parte degli operatori. Restano alte infatti le preoccupazioni sull’impatto che la recente corsa del greggio avra’ sull’economia e sui consumi.

Dopo essere balzato oltre la soglia psicologica dei $135 nelle contrattazioni elettroniche, il greggio ha iniziato a cedere terreno. Al momento i futures con consegna luglio segnano un calo di $1.62 a $131.55.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Positivi i segnali emersi dal comparto del lavoro. Nella settimana conclusasi il 17 maggio, le richieste di sussidio da parte dei senza lavoro sono diminuite di 9 mila unita’, soprendendo gli analisti che avevano invece pronosticato un lieve rialzo.

A livello societario, ad occupare la scena e’ il comparto retail: bene gli utili di Limited Brands (LTD), risultati fiscali positivi per GameStop (GME), la piu’ grossa catena al mondo specializzata nella vendita al dettaglio di videogames. Occhi puntati ora sulla trimestrale della societa’ di abbigliamento Gap (GPS). Gli analisti prevedono un miglioramento degli utili per azione a 31 centesimi da $0.25 fatti registrate nello stesso periodo dello scorso anno.

Nel comparto farmaceutico, in calo il colosso Pfizer (PFE) in seguito ai risultati riportati da uno studio sul Chantix (contro il fumo) che hanno mostrato seri effetti indesiderati nei pazienti a cui e’ stato somministrato il prodotto. Nel comparto finanziario, luci puntate sulla banca svizzera UBS (UBS) che ha annunciato un piano per l’aumento di capitale. Nel settore auto, pressioni su Ford (F) dopo aver annunciato un taglio della produzione in Nord America.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Home Furnishing +4.5%, Health Care Facilities +3.8%, Auto Retail +2.3%, Managed Health Care +2.0%, e Biotech +1.9%. Tra i piu’ forti ribassi: Autos -6.5%, Construction Materials -3.7%, Computers & Electronics -3.5%, Diversified Metals & Mining -3.0%, e Tires & Rubber -2.6%.

Alle 12.15 EDT il volume di scambio e’ di 425 milioni di pezzi al NYSE e 792 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1815 a 1127 al Nyse e 1636 a 1029 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 9 a 13 al NYSE e 10 a 22 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI