WALL ST. PROSEGUE LA CORSA: S&P SOPRA 1200

14 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta in progresso per il mercato azionario americano, che permette cosi’ di estendere i rialzi visti di recente. L’S&P 500 e’ avanzato in sette delle ultime otto sedute, portandosi ai massimi di 52 settimane.

Dopo aver chiuso per due sedute di fila sopra quota 11.000, il Dow Jones avanza anche oggi, del +0.25% in area 11046.93. Fa ancora meglio il Nasdaq, in rialzo dello 0.65% a 2482.14 punti, mentre il paniere allargato avanza dello 0,37% a 1201.76 punti.

Le ultime notizie positive in ordine di tempo sono arrivate dai risultati societari decisamente convincenti di alcuni big di Wall Street e dai dati macro migliori del previsto.

Sia Intel che JP Morgan Chase hanno archiviato il trimestre con ricavi e utili piu’ alti delle attese e i titoli ne traggono giovamento. Il titano dei microprocessori si e’ spinto ancora piu’ in la’, rivedendo al rialzo le stime future.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

In ambito macroeconomico, le vendite di dettaglio di marzo hanno registrato un incremento superiore alle attese. Piu’ positive delle stime anche la componente escluse le auto. Nessuna sopresa invece dai prezzi al consumo di marzo, risultati in linea. In seguito alla pubblicazione di tali cifre, il dollaro e’ al momento in calo frazionale contro le principali valute rivali.

Il maggiore gruppo di microprocessori al mondo avanza di circa il 3% dopo aver riportato profitti quasi raddoppiati, accompagnati da una crescita del fatturato del 44%.

Allo stesso tempo la banca d’affari ha annunciato di aver archiviato il primo trimestre con utili in crescita del 55% a $3.3 miliardi da $2.1 miliardi. La notizia ha favorito la prova dei titoli, che scambiano in progresso del 3%. Gli ottimi risultati della divisione di investimento hanno offuscato le perdite elevate accusate dal portafoglio dei crediti al consumo.

Ancora nutrito di eventi di rilievo il calendario macroeconomico: verranno infatti annunciati i dati sulle scorte di magazzino, su quelle di petrolio e il Beige Book della Fed sulle condizioni economiche. Il mercato guardera’ inoltre con attenzione ai contenuti della testimonianza del presidente della Federal Reserve Ben Bernanke, prevista per le 16 italiane.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio guadagnano terreno. I futures con consegna maggio si muovono in rialzo di $0.54 attestandosi a quota $84.59 al barile. Sul valutario la moneta unica viaggia a quota $1.3626 (+0.1%). L’oro progredisce di $4.50 in area $1157.90 circa. In cauto ribasso i prezzi dei titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che si attesta al 3.8130% dal 3.8110% di ieri.