WALL ST. PARTE IN RIALZO, BENE LE VENDITE

8 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta in progresso per il mercato azionario statunitense (controlla la performance in tempo reale) dopo la serie di di risultati positivi giunti dal settore retail e l’ultimo aggiornamento dal mercato del lavoro che ha evidenziato un calo delle richieste di sussidio superiore alle attese.

I timori sull’inflazione, rafforzati dal nuovo record del petrolio, avevano innescato nell’ultima seduta un sell-off dei listini con il Dow Jones incapace di reggere la soglia psicologica dei 13000 punti e l’S&P500 allontarsi maggiormente da quota 1400. Gli acquisti iniziali potrebbero spingere nuovamente gli indici ai citati livelli nell’arco della giornata.

Gli operatori continueranno a seguire da vicino gli aggiornamenti societari. Particolare attenzione sara’ riposta sui numeri fiscali del colosso assicurativo American International Group (AIG) per cui e’ prevista la seconda perdita trimestrale consecutiva dovuta alle svalutazioni su alcune operazioni d’investimento a causa del “credit crunch”. “La crisi finanziaria e’ ancora lontana dall’essere risolta” dichiara David Pieper, analista di LBBW Bank. “Inoltre il settore immobiliare e’ in continuo deterioramente e non sembra offrire segnali di ripresa. Cio’ potrebbe continuare a pesare sul mercato”.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra le altre societa’ che diffonderanno i risultati fiscali in giornata si distinguono Blockbuster (BBI), Hewlett-Packard (HPQ) e JC Penney (JCP). Sia McDonald’s (MCD) che Wal-Mart (WMT) hanno riportato vendite comparate migliori delle attese nel mese di aprile, il leader del comparto retail ha anche rivisto al rialzo le stime sul trimestre.

Dal fronte macro le richieste di sussidio da parte dei senza lavoro hanno fatto registrare un calo di 18 mila unita’ a quota 365 mila contro le 375 mila stimate. Alle 16:00 e’ previsto il rilascio dei dati sulle scorte di magazzino.

Nel comparto hi-tech, continua il tam-tam tra il colosso informatico Microsoft (MSFT) e il portale Internet Yahoo! (YHOO). La societa’ di Bill Gates ha reso noto di non essere piu’ interessata a rilevare il gruppo media ma gli analisti restano scettici su tale decisione: molti non escludono una riapertura delle trattative tra le due parti dopo le critichemosse dagli azionisti di Yahoo! nei confronti del management.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio sta ritracciando dai massimi. Al momento i futures con consegna giugno segnano un calo di $0.81 a $122.72 al barile. Sul valutario, euro in recupero rispetto al dollaro a quota 1.5432. In progresso l’oro a $878.60 l’oncia (+$7.40). In rialzo infine i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.85%.

parla di questo articolo nel Forum di WSI