WALL ST. NON TROVA FORZA PER ESTENDERE IL RALLY

10 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Seduta incerta tra denaro e lettera per il mercato azionario americano, con i listini che non riescono ad imboccare una strada ben precisa in una giornata caratterizzata da volumi sottili e l’assenza di notizie veramente rilevanti.

Guardando alle prestazioni dei singoli al giro di boa, Bank of America guida i rialzi sul Dow favorita dalle parole rassicuranti pronunciate dall’amministratore delegato Ken Lewis. Tra i settori si difendono bene i tecnologici, grazie alla prova positiva dei semiconduttori.

La societa’ di prenotazione viaggi online Priceline corre del 10% dopo aver annunciato risultati estremamente convincenti. In luce anche il comparto delle vendite al dettaglio, con gli operatori che sono sempre piu’ propensi a scommettere sul miglioramento delle spese al consumo discrezionali.

Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare accedendo alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Il mercato si prende dunque una pausa dopo aver spinto il Dow Jones in progresso di 200 punti per la seconda volta in tre giorni, consentendo al paniere delle blue chip di raggiungere i masssimi di 13 mesi. Ad innescare una corsa agli acquisti e’ stata in particolare la debolezza del dollaro, un movimento che trova le sue radici nei tassi di interesse fermi ai minimi storici.

Accelerano i titoli di Yahoo!, dopo che l’amministratrice delegata Carol Bartz ha reso noto che la societa’ Internet e’ tornata ad assumere nuovi dipendenti. Nel frattempo il colosso finanziario AIG ha reso noto che sta muovendo i primi passi nel percorso che la portera’ a restituire tutti i soldi ricevuti in prestito dal governo.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Internet-HHH +1.3% (6% PCLN), Pharmaceuticals-PPH +0.8%, e Health Care-XLV +0.6%. Tra i piu’ forti ribassi: Natural Gas-UNG -3.3%, Regional Banks-KRE -2.0%, Silver-SLV -2.0%, Global Shippers-SEA -2.0%, Metals and Mining-XME -2.0%, Solar-TAN -1.9%, Oil Services-OIH -1.9%, Home Builders-XHB -1.8% e Coal-KOL -1.8%.

Alle 18:45 circa il volume di scambio e’ di 451 milioni di pezzi al NYSE e 962 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 973 a 1962 al Nyse e 789 a 1816 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 156 a 7 al NYSE e 76 a 29 al Nasdaq.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA