WALL ST. NERVOSA, MA RITROVA STRADA DEI RIALZI

8 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street ha archiviato la seduta in territorio positivo, nonostante l’ultimo rapporto della Federal Reserve sull’economia che ha segnalato condizioni in deterioramento ed un tasso di disoccupazione in crescita. Le buone notizie giunte dai comparti immobiliare ed assicurativo sono state comunque sufficienti a spingere i listini al rialzo, nonostante le contrastate trimestrali diffuse nelle ultime ore. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0.61% a 7837, l’S&P500 l’1.18% a 825, il Nasdaq e’ salito dell’1.86% a 1590.

Gli economisti della Banca Centrale hanno rivisto anche al ribasso le stime sul Pil per il secondo trimestre 2009 e per il 2010; la crescita economica dovrebbe comunque riprendere gradualmente il prossimo anno in parallelo “ad un affievolimento delle tensioni nel settore finanziario, agli effetti del piano di stimolo fiscale e alla chiusura delle correzione del comparto immobiliare”. I commenti preoccupanti espressi dalla Federal Reserve avevano costretto temporaneamente i listini a ritracciare dai massimi intraday, raggiunti grazie alle notizie di fusioni societarie ed alla possibilita’ di un intervento del governo americano a supporto delle societa’ assicurative.

In evidenza la fusione delle due societa’ di costruzioni Pulte Homes e Centex, attraverso un’operazione valutata complessivamente $3.1 miliardi. Il titolo Centex e’ schizzato di oltre il 18%, ma la notizia ha avuto un effetto positivo anche sugli altri titoli del settore tra cui Lennar e Toll Brothers. Il comparto ha beneficiato anche del dato sulle richieste di mutui ipotecari, nell’ultima settimana avanzato del 4.7%.

Acquisti anche sulle compagnie assicurative Hartford Financial Services, Genworth Financial, Lincoln National e Prudential che hanno realizzato guadagni compresi tra il 7% ed il 30%. A fare da volano agli acquisti sul comparto e’ stata la notizia pubblicata dal Wall Street Journal secondo cui il Dipartimento del Tesoro Usa avrebbe deciso di estendere il piano di aiuti alle societa’ del settore.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

In riferimento alla stagione degli utili societari, contrastate le ultime trimestrali. Il colosso dell’alluminio Alcoa ha riportato un calo dei profitti peggiore delle attese; male anche la societa’ di trasporti Ryder System dopo aver lanciato un profit warning sugli utili. Notizie positive invece da Family Dollar Stores che ha registrato un rialzo del 33% dei profitti nell’ultimo trimestre e migliorato l’outlook sui prossimi risultati fiscali.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in leggero progresso il petrolio. I futures con consegna maggio hanno archiviato la seduta in rialzo di 23 centesimi a $49.38 al barile. Sul valutario, ancora debole l’euro nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di mercoledi’ a New York il cambio tra le due valute e’ di 1.3240. In lieve rialzo l’oro: i futures con consegna giugno sul metallo prezioso hanno guadagnato $2.60 a $885.90 l’oncia. Avanznao infine i Titoli di Stato Usa. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 2.8470% dal 2.90% di martedi’.