WALL ST: INDICI VOLATILI IN CONTINUA ALTALENA

11 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Seduta altalenante per i mercati Usa che dopo un avvio decisamente negativo hanno poi recuperato terreno e adesso tornano di nuovo a cedere terreno. Molto alta quindi la volatilita’, con il CBOE Market Volatility Index (VIX) in rialzo dell’1,5%.

Intanto Richard Dickson, analista tecnico della banca d’affari Hilliard Lyons, avverte che i mercati sono vicini a un importante minimo.

A riportare il Nasdaq in calo, il settore software (GSO), depresso dal warning sulle vendite sull’intero esercizio 2002 lanciato dal colosso software Sap (SAP – Nyse) che ha immediatamente portato in ribasso anche Microsoft(MSFT – Nasdaq) e Oracle (ORCL). Quest’ultima sconta anche l’allarme sulla domanda in Europa lanciato dal direttore finanziario e lo scetticiscmo degli analisti.

A pesare in particolare sul listino industriale, le perdite General Motors (GM – Nyse) – downgradato da UBS Warburg – e il calo dei farmaceutici sulla scia dell’indagine della Sec sulle pratiche contabili di Bristol-Myers (BMY – Nyse).

Non molto confortanti i dati macroeconomici: l’impennata dei sussidi di disoccupazione settimanali ha aumentato le preoccupazioni sulla ripresa dell’economia e dato ‘core’ dell’ indice prezzi alla produzione e’ salito piu’ di quanto atteso.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

A limitare comunque le perdite del Dow Jones sono i rialzi di Eastman Kodak (EK – Nyse) e Wal-Mart (WMT – Nyse) sulla scia di previsioni positive sugli utili. Da segnalare che si sono rivelate complessivamante positive le vendite comparate delle societa’ di retail per il mese di giugno . Si mette in evidenza anche il rialzo di Home Depot (HD – Nyse) che e’ diventata la numero due negli Usa nel settore retail (la prima e Wal-Mart) rubando il posto ambito a Kroger (KR) secondo quanto riportato dal Stores magazine.

Ad aiutare il tabellone elettronico sono invece i chip (SOX) dopo l’upgrade di Prudential su Linear Tech (LLTC – Nasdaq) e MAXIM INTEGRTD (MXIM – Nasdaq) che ha portato in crescita Intel (INTC – Nasdaq), nonostante da nota negativa di Prudential sulla spesa in conto capitale del gruppo.

Bene anche il settore biotech (BTK), dove si fanno sentire i guadagni di IDEC Pharmaceuticals (IDPH – Nasdaq)e MedImmune (MEDI – Nasdaq). La prima ha ha annunciato che il secondo trimestre fiscale dovrebbe concludersi con un utile di 20 centesimi per azione, contro i 19 centesimi per azione previsti da Multex. I buoni risultati sono legati soprattutto alle vendite di Rituxan ($257,4 milioni nel trimestre), che l’azienda commercializza insieme a Genentech (DNA). La seconda ha fatto sapere che la Fda (l’autorità di controllo e di regolamentazione di cibo e medicinali) ha chiesto chiarimenti e informazioni aggiuntive sul farmaco dell’azienda FluMist, ma non richiederà un’ulteriore fase di sperimentazioni. La notizia è stata accolta positivamente dal mercato.

Tra gli altri titoli da segnalare, torna a crollare il titolo WorldCom (WCOME – Nasdaq) dopo che la societa’ ha fatto sapere che non paghera’ il dividendo agli azionisti della divisione MCI (MCIT – Nasdaq).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!