WALL ST. IN RIALZO, SI RESPIRA ARIA DI RECUPERO

30 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Gli investitori ottengono nuovi spunti per sperare in un recupero dell’economia dopo il calo inatteso dei sussidi settimanali e il miglioramento dell’attivita’ manifatturiera, permettendo ai listini azionari americani di confermare i guadagni a meta’ seduta (controlla la performance in tempo reale).

In una notizia che ha sopreso il mercato, il Dipartimento del Lavoro ha annunciato che le nuove richieste di sussidio di disoccupazione sono calate di 14000 unita’ a 631000 nell’ultima settimana. Il dato e’ migliore di quanto non si aspettassero gli economisti. Offre un buon supporto anche un miglioramento notevole nel mese di aprile dell’attivita’ manifatturiera nella zona del Midwest.

Tuttavia non tutti i dati giunti oggi sono stati positivi — le persone senza lavoro che continuano a richiedere assistenza economica sono salite a un nuovo livello record, e il governo ha reso noto che le spese al consumo e il reddito personale hanno subito un lieve calo a marzo. Ad ogni modo la flessione delle spese non e’ cosi’ grave, in particolare se si considera che nei due mesi precedenti aveva registrato un rialzo.

Non ne puoi piu’ della Borsa? Sbagliato, perche’ qualcuno guadagna sempre. Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Gli aggiornamenti macroeconomici alimentano dunque l’ottimismo sulle prospettive dell’economia statunitense e tra gli operatori prende piede l’idea che pur rimanendo debole, l’economia stia per toccare il fondo. Il mercato ha fatto un balzo di oltre il 2% ieri dopo che la Federal Reserve ha segnalato un rallentamento della contrazione economica. Gli investitori sono consci del fatto che di solito il mercato rimbalza prima dell’economia, e per questo non vogliono farsi perdere l’occasione di cavalcare il rally. Il Dow Jones e’ gia’ in rialzo del 25% dai minimi di 12 anni di inizio marzo.

“Il recupero sembra nell’aria e il mercato ora guarda al futuro con ottimismo”, dice Peter Cardillo, chief market economist del broker Avalon Partners. Nelle ultime settimane le notizie che arrivano dal fronte societario sono per lo piu’ soddisfacenti. Giovedi’ molte societa’ hanno riportato utili in calo, tra cui il gigante chimico Dow Chemical, Newell Rubbermaid e Newmont Mining — ma superando al contempo le stime degli analisti. La perdita trimestrale di Motorola e’ stata piu’ contenuta di quella prevista dal mercato.
Nel frattempo i riflettori rimangono puntati sul comparto dell’auto: per Chrysler potrebbe essere dichiarato in giornata l’ingresso nella fase di amministrazione controllata, che potrebbe condurre poi all’accordo con Fiat.