WALL ST. IN NETTO CALO
A META’ SEDUTA

di Redazione Wall Street Italia
24 Aprile 2003 17:45

Al giro di boa, le borse americane proseguono in deciso ribasso. A registrare le perdite piu’ consistenti e’ il Dow Jones, che balla sugli 8.400 punti.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

“Com’era lecito aspettarsi, dopo l’intonazione positiva degli ultimi giorni, che ha portato gli indici a raggiungere importanti resistenze, assistiamo ad una naturale presa di profitto -osserva Francesco Leone, responsabile dell’ufficio studi di Wall Street Italia -. Nonostante la tornata di utili aziendali si sia rivelata positiva, gli investitori sono ancora restii a credere in un trend rialzista di lungo periodo. A pesare sono le incognite sul fronte macroeconomico, gli effetti stagionali della borsa, che vedono in maggio un mese tradizionalmente poco favorevole, e il prezzo del petrolio.

Gli operatori si domandano se i miglioramenti dei risultati aziendali siano sostenibili, o se piuttosto si vada incontro a un periodo di elevata volatilita’ degli utili, nel quale a trimestrali positive seguono risultati non incoraggianti.

La prudenza rimane la parola d’ordine, e nessun investitore istituzionale e’ disposto a prendere rischi che allontanino troppo la performance del patrimonio gestito dal benchmark di riferimento. La percentuale dei volumi di contrattazione eseguiti attraverso il program trading rimane vicina ai massimi storici”.

Per quanto riguarda il prezzo del greggio, le preoccupazioni riguardano le conseguenze del vertice OPEC in corso a Vienna, nel quale quasi certamente sara’ deciso un taglio alla produzione.

Contribuiscono a deprimere il mercato il diffondersi del virus della polmonite atipica a livello globale e la debolezza del dollaro, con l’euro che viaggia su 1,10.

Sul fronte macroeconomico, ha sorpreso positivamente gli analisti il dato sugli ordini di beni durevoli di marzo, che hanno registrato una crescita del 2% contro il calo dello 0,6% atteso. Gli operatori rimangono comunque cauti, in attesa della rilevazione preliminare sul Pil del primo trimestre, in calendario domani prima dell’apertura delle contrattazioni.

Tra gli altri numeri comunicati oggi, da segnalare il dato peggiore delle previsioni sulle nuove richieste per i sussidi di disoccupazione, che conferma che la situazione del mercato del lavoro negli Stati Uniti rimane preoccupante.

Buone, come dicevamo, le indicazioni provenienti dal fronte degli utili societari, con International Paper (IP – Nyse), SBC Communication (SBC – Nyse), Jet Blue (JBLU – Nasdaq), DaimlerChrysler (DCX – Nyse) ed AIG (AIG – Nyse) che hanno battuto le stime e Nortel Networks (NT – Nyse) che le ha rispettate.

Grande attesa per la trimestrale del colosso delle carte di credito American Express (AXP – Nyse), che sara’ comunicata a mercati aperti. Dopo la chiusura sara’ invece la volta di Amazon.com (AMZN – Nasdaq).

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.