WALL ST: IL FANTASMA DELL’HIGH TECH SUI FUTURES

9 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura delle contrattazioni a New York i futures ripiegano in territorio negativo, ad esclusione del contratto sul Dow Jones, che rimane invariato.

A pesare sui futures sono anche quest’oggi i segnali poco incoraggianti arrivati dal settore tecnologico.

Nel comparto high tech, la Securitie Exchnage Commission (SEC), l’organo di vigilanza sui mercati finanziari USA, ha aperto un’indagine sulle pratiche contabili di Lucent Technologies (LU-Nyse), il gigante delle infrastrutture per le tlc. Lo riporta il Wall Street Journal, che cita fonti vicine all’inchiesta.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 1,30 punti (-0,10%)

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 18 punti (-0,76%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ invariato.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $993,1 e rendimenti al 5,42%.