WALL ST. GIRA IN NEGATIVO, VENDITE SULL’HI-TECH

2 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Dopo aver aperto in leggero rialzo, i listini americani hanno invertito rotta ed a meta’ giornata si muovono in territorio negativo (controlla la performance in tempo reale). Contrastati i segnali emersi sia dal comparto societario che dal fronte macro, la forte incertezza sull’outlook economico non permette agli operatori di rientrare sull’azionario. Pressioni giungono anche dal comparto energetico, con il greggio in progresso di $2 al barile dopo la comunicazione dei dati sulle scorte.

Alcune rassicurazioni sul comparto finanziario erano state state offerte in mattinata dalla banca tedesca Deutsche Bank (DB) che ha annunciato di attendersi un secondo trimestre positivo; la banca ha anche dichiarato che non sara’ necessario operare un aumento di capitale. Gli analisti di Oppenheimer hanno pero’ tagliato le stime sui risultati fiscali di Merrill Lynch (MER) e UBS (UBS), e annunciato preoccupanti previsioni sulle svalutazioni relative all’ultimo trimestre.

E’ risultato migliore delle attese il dato sugli ordini alle fabbriche, avanzato dello 0.6% contro lo 0.5% del consensus, ma l’aggiornamento sul mercato del lavoro nel settore privato, ha mostrato una perdita di posti superiore alle stime nel mese di giugno. L’indicatore anticipa il piu’ accurato rapporto occupazionale, in calendario per la giornata di domani.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra gli altri titoli, si rivede salire Yahoo! (YHOO) nel comparto comparto hi-tech, grazie ad un articolo apparso sul Wall Street Journal secondo cui Microsoft (MSFT) avrebbe avviato le trattative con altre societa’ media per rilevare il portale Internet. Nel settore retail avanza la catena di coffee-shop Sturbucks (SBUX), spinta dal piano di ristrutturazione interna che prevede la chiusura di 600 punti vendita e il taglio di circa 1200 posti di lavoro: la notizia sta aiutando il titolo a guadagnare terreno nel preborsa, ma evidenzia in modo chiaro la difficile situazione economica degli Stati Uniti.

Tra le altre societa’ in evidenza, sale la catena di noleggio video BlockBuster (BBI) dopo aver ritirato la proposta di acquisto sulla societa’ retail dell’elettronica Circuit City (CC): il primo titolo avanza del 10%, l’altro arretra del 15% circa. Nel comparto farmaceutico, acquisti su Astrazeneca (AZN), forte del verdetto favorevole nel contenzioso legale che la contrapponeva a Teva Pharmaceutical, per la violazione del brevetto su un farmaco contro la schizofrenia.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Education Services +22.6%, Health Care Facilities +3.9%, Managed Healthcare +1.7%, Healthcare Technology +1.6%, e Leisure Products +1.5%. Tra i piu’ forti ribassi: Coal & Consumable Fuels -9.4%, Steel -7.7%, Autos -6.3%, Diversified Metals & Mining -4.6%, e Construction & Farm Machinery -3.9%.

Alle 12.20 EDT il volume di scambio e’ di 524 milioni di pezzi al NYSE e 931 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1125 a 1889 al Nyse e 879 a 1809 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 18 a 105 al NYSE e 9 a 142 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI