WALL ST: FUTURE DEPRESSI DAI CALI DI INTEL E NOKIA

14 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni a New York, i future sugli indici non riescono a trovare la forza di risalire la china, depressi dai cali del comparto tecnologico e telefonia mobile.

A trainare al ribasso il mercato sono i timori degli investitori, che guardano alla pioggia di utili che molte societa’ di rilievo comunicheranno nell’arco della settimana.

In preborsa si distinguono i cali di Intel (INTC – Nasdaq) e di Cisco (CSCO -Nasdaq). Continua a scendere Microsoft (MSFT – Nasdaq), dopo la decisione del giudice federale di rifiutare la proposta avanzata dal colosso relativa al finanziamento di $1 miliardo a favore delle scuole bisognose.

Ma sono in ribasso anche i titoli della telefonia mobile. In primo piano Nokia (NOK – Nyse) dopo l’allarme sulle condizioni del comparto lanciate dalla societa’ tedesca Balda. La flessione sta spingendo al ribasso Ericsson (ERCY -Nasdaq) e Motorola (MOT -Nyse).

Alle 15:00(9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 è in ribasso di 2,70 punti (-0,23%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in ribasso di 11 punti (-0,70%).

Il contratto sull’indice Dow Jones è in ribasso di 12 punti (-0,16%).

Per avere più dettagli clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito! .