WALL ST. CORRE TRASCINATA AL RIALZO DALLE BANCHE

13 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un breve passaggio in rosso i listini azionari americani si avvicinano al traguardo di meta’ seduta in progresso, con l’indice allargato Standard & Poor’s 500 che rimbalza dopo quattro settimane di perdite.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

I commenti positivi dell’analista Meredith Whitney (ex strategist di Oppenheimer, ora alla guida del Meredith Whitney Advisory Group LLC) su Goldman Sachs, promossa a buy, e sul settore finanziario in generale, visto salire del 15%, hanno fatto tornare un certo ottimismo nel mercato.

Goldman Sachs ha guadagnato il 3.3% dopo che la Whitney ha consigliato di comprare le azioni, una delle otto giudicate Buy. Da parte sua Bank of America rimbalza del 4% dopo che l’analista ha detto all’emittente CNBC Usa che all’interno del settore finanziairio i titoli sono quelli piu’ “economici”. JP Morgan Chase e Wells Fargo corrono di oltre due punti percentuali.

Domani tutti gli occhi saranno puntati su Goldman, che stando alle previsioni degli analisti dovrebbe annunciare risultati positivi. In controtendenza invece il settore energetico, appesantito dall’ennesimo calo delle quotazioni del petrolio, che scambiano in ribasso per l’ottava seduta consecutiva su nove.

“Affinche’ questa economia funzioni in maniera appropriata, c’e’ bisogno di un sistema bancario in salute”, dice Keith Wirtz, chief investment officer di Fifth Third Asset Management. “Qualsiasi commento ottimista o buona notizia avra’ un effetto positivo sui titoli bancari e sara’ positivo anche per la piscologia del mercato”.

Goldman Sachs, JP Morgan Chase, International Business Machines, General Electric, Intel, Google e Johnson & Johnson sono tra le oltre 30 societa’ che presenteranno i conti in settimana. Gli analisti prevedono che gli utili delle aziende componenti l’S&P 500 accusino in media un calo del 35% nel seconddo trimestre e del 21% da luglio a settembre.