WALL ST CHIUDE MALE, NASDAQ SOTTO I 1.400 PUNTI

9 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura negativa per gli indici Usa che, dopo una seduta vissuta all’insegna dell’incertezza, accentuano i ribassi nelle ultime ore di contrattazioni. Il Dow Jones sfonda i 9.100 punti, mentre il Nasdaq va al di sotto dei 1.400 punti. Ad alimentare le vendite e’ stata anche la paura di nuovi profit warning nel pieno della stagione degli utili. Voci di mercato parlano di possibili profit warning che potrebbero essere lanciati dalla conglomerata General Electric (GE – Nyse) e dal colosso informatico Ibm (IBM – Nyse). A rischio anche le societa’ software Siebel Systems (SEBL – Nasdaq), SAP (SAP – Nyse) e PeopleSoft (PSFT – Nasdaq). Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. Abbonati subito!

Non ha sortito l’effetto sperato il discorso del presidente degli Stati Uniti George W. Bush sugli scandali contabili Usa. Dopo un lieve rialzo durato il tempo di pochi minuti, i mercati hanno optato nuovamente per la cautela per poi capitolare nel finale. La reazione dell’azionario Usa ha confermato quanto era stato anticipato dal Wall Street Journal . La Bibbia della Finanza aveva chiaramente sottolineato come un semplice discorso non sarebbe stato sufficiente a riportare la fiducia tra gli investitori.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.381,14 (-1,74%)
Il Dow Jones a 9.096,09 (-1,93%)
L’S&P 500 a 952,83
(-2,47%)

La seduta di oggi ha visto in primo piano i giudizi negativi delle banche d’affari su importanti settori come i semiconduttori e i software e su colossi del calibro di Intel (INTC – Nasdaq) e Citigroup (C – Nyse). Non sono mancate tuttavia alcune notizie confortanti, come diversi preannunci positivi sugli utili arrivati dal settore retail, nonche’ l’incoraggiante giudizio sui risultati di Microsoft (MSFT – Nasdaq) espresso da una banca d’affari. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. Abbonati subito!. A meta’ mattinata e’ arrivata anche la conferma degli obiettivi sui risultati del secondo trimestre da parte del gigante dei Pc Dell (DELL – Nasdaq).

SUL FRONTE VALUTARIO

Non accenna ad arrestarsi la corsa al ribasso del dollaro . Oggi l’euro ha toccato un massimo di 99,40 centesimi di dollaro, sempre piu’ vicino alla parita’. Il biglietto verde continua a perdere terreno anche nei confronti dello yen, scendendo a quota 118,12 yen. Continuano a pesare i commenti negativi di lunedi’ del ministro delle Finanze giapponese Masajuro Shiokawa.

I SETTORI E I TITOLI IN MOVIMENTO

SEMICONDUTTORI(SOX) IN CALO

La banca d’affari Merrill Lynch , ha tagliato il rating, le stime sulla spesa in conto capitale per il 2003 e le previsioni sulle vendite per il 2003 e 2002 di 13 societa’ di infrastrutture per chip, ritenendo che la possibilita’ di una pausa per gli ordini di chip nella 2a meta’ del 2002 e’ aumentata. Merrill prevede poi che il fatturato delle societa’ di chip del trimestre che chiude a giugno sara’ in calo mediamente del 5% rispetto ad un anno fa e in ribasso del 2% dal precedente trimestre.
Salomon Smith Barney ha tagliato le stime sui risultati 2002 e 2003 e il target price del colosso dei semiconduttori Intel (INTC – Nasdaq).

FINANZIARI (DJ_FIN) NEGATIVI

Morgan Stanley ha rivisto al ribasso le stime sugli utili del secondo trimestre del colosso finanziario e blue chip del Dow Jones Citigroup (C – Nyse) per riflettere l’impatto negativo dell’esposizione al disastrato operatore di telefonia a lunga distanza WorldCom (WCOME – Nasdaq).
Giudizi positivi sono pero’ arrivati da J. P. Morgan sul settore delle banche, i cui risultati di bilancio del secondo trimestre del 2002 dovrebbero rivelarsi positivi.

SOFTWARE(GSO) IN FORTE CALO

Bear Stearns ha iniziato la copertura sulla societa’ di software Siebel Systems (SEBL – Nasdaq) con un giudizio ‘UNATTRACTIVE’, fissando un target sul prezzo di $9 nei prossimi 6-8 mesi.
Secondo la banca d’affari, la domanda per le applicazioni software potrebbe non migliorare sia durante l’arco di quest’anno che nel prossimo. Bear Stearns ha cosi’ tagliato le stime sugli utili del 2002 e del 2003.
Merrill Lynch prevede per la maggior parte delle societa’ di software risultati sequenzialmente inferiori, o nel caso migliore piatti, nel secondo e nel terzo trimestre.
In rialzo invece Microsoft (MSFT – Nasdaq) sulla scia di un giudizio molto positivo arrivato da un banca d’affari. Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. Abbonati subito!

RETAIL (DJ_RTS) MALE

Secondo i dati diffusi dalla ricerca sul settore retail condotta da Bank of Tokyo-Mitsubishi, le vendite di giugno potrebbero rivelarsi in crescita del 5%. Il settore tuttavia si e’ allineato nel finale alle perdite che hanno colpito gli altri comparti.

INFORMATICO E HARDWARE (GHA). IN CALO.

In leggero calo il colosso Dell (DELL – Nasdaq), nonostante abbia confermato – secondo quanto riferito dall’agenzia Reuters – le previsioni relative ai risultati del secondo trimestre.

INTERNET (DOT). DEBOLE

Ha ripiegato nel finale il colosso media e Internet AOL Time Warner (AOL – Nyse), che ha ottenuto due nuove linee di credito per $10 miliardi complessivi.

DA SEGNALARE

Sullo sfondo, continuano a pesare le preoccupazioni su eventuali attacchi terroristici. Poco dopo le 16.00 (le 10:00 opra di New York), gli indici hanno imboccato la via dei ribassi dopo alcune voci di mercato su presunte esplosioni alla Grand Central Station di New York e a Washington. La televisione CNBC ha smentito le esplosioni pur confermando la circolazione dei rumor a Wall Street.

Il colosso dei cellulari finlandese Nokia (NOK – Nyse) e il gigante informatico IBM (IBM – Nyse) hanno raggiunto un accordo per sviluppare software per distribuire ai cellulari musica e altri prodotti in modo sicuro attraverso le reti wireless.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!