WALL ST: BENE TRIMESTRALI, EURO IN RALLY, SU IL GREGGIO

25 Aprile 2006, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta in leggero rialzo per gli indici americani, grazie alle numerose trimestrali positive comunicate in giornata. Continua a rappresentare, pero’, un elemento di preoccupazione, la rinnovata forza del greggio Il Dow Jones e’ in rialzo dello 0.14% a 11348, l’S&P500 sale dello 0.18% a 1310, il Nasdaq e’ in calo dello 0.05% a quota 2334.

In fase di apertura, inoltre, gli operatori preferiscono rimanere cauti, in attesa dei dati macro che verranno rilasciati alle 16:00 ora italiana. Gli aggiornamenti riguarderanno la fiducia dei consumatori di aprile e le vendite di case esistenti relative al mese di marzo.

Tra le societa’ che hanno riportato risultati trimestrali superiori alle attese spiccano il gigante telecom AT&T, il colosso chimico DuPont, la societa’ leader negli elettrodomestici Whirlpool, l’azienda di stampanti Lexmark e l’agenzia pubblicitaria Omnicom. Il colosso della difesa, Locked Martin, ha riportato utili in linea con le stime, ma ha migliorato l’outlook per il 2006.

Nel comparto energetico, il greggio si e’ riportato ad un soffio dai $74 al barile, dopo essere arretrato piu’ del 2% nella giornata di ieri. In questo momento i futures con scadenza giugno segnano un progresso di 50 centesimi a $73.83.

Prosegue, intanto, la debolezza del dollaro. In mattinata, il biglietto verde ha toccato il minimo annuale nei confronti dell’euro, quest’ultimo aiutato dal balzo dell’indice Ifo tedesco ai massimi di 15 anni. Il cambio tra le due valute ha superato la soglia di 1.24 ed in questo momento e’ a quota 1.2435.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, In ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 5.004%. In recupero dal sell-off di ieri l’oro. I futures con consegna giugno sono in rialzo di $7.80 a quota $631.70 all’oncia.