WALL ST. AVANZA NEL GIORNO DELLE STREGHE

di Redazione Wall Street Italia
19 Giugno 2009 15:25

Partenza positiva per l’azionario americano (controlla la performance in tempo reale), con gli investitori che scommettono in una ripresa dell’economia.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Non sembra influire sul mercato il giorno delle “quattro streghe”, ovvero uno dei quattro venerdi’ dell’anno in cui scadono contemporaneamente opzioni sull’azionario, opzioni sugli indici, futures sugli indici e futures sui singoli titoli. Alcuni osservatori sostengono che gran parte dell’impatto della ricorrenza e’ gia’ stato assorbito all’inizio della settimana, pertanto e’ da escludere un’anomala volatilita’ del mercato, che invece spesso si e’ vista in passato nel giorno della molteplice scadenza tecnica.

Una chiusura di settimana positiva per le borse consentirebbe ai listini di continuare a ridurre le perdite accumulate qualche giorno fa. Difficile pero’ evitare di chiudere in calo l’ottava, per quella che sarebbe la prima contrazione settimanale in un mese. Nel frattempo si rafforzano i produttori di materie prime, mentre le prospettive di un’uscita dell’economia dalla fase di recessione hanno alimentato la domanda per asset che garantiscono alti ritorni di investimento.

Gli investitori hanno deciso di mettere da parte le preoccupazioni circa i tempi e la forza della ripresa economica e sembrano intenzionati a prendere qualche rischio in piu’. Ad alimentare il morale contribuiscono i dati macro migliori delle attese pubblicati ieri, che suggeriscono che tutto sommato l’economia potrebbe essere in uno stato migliore del previsto.

Quest’oggi l’agenda macro e’ priva di appuntamenti di rilievo, pertanto probabilmente gli occhi saranno puntati sulle notizie societarie. In controtendenza Research in Motion (-1.5%), in un comparto tecnologico particolarmente ispirato in avvio. Le previsioni deludenti della produttrice di palmari Blackberry, che ieri a mercati chiusi ha presentato conti trimestrali migliori delle attese, mettono sotto pressione i titoli.

Molto pesante il broker online E-Trade Financial (-13%), dopo aver annunciato l’emissione di 435 milioni di titoli a $1.10 ciascuno, pari ad un valore del 23% sotto la chiusura di ieri. Coloro che sottoscriveranno l’offerta avranno un’opzione per acquistare sino a 65 milioni di titoli in piu’.

Sul valutario la moneta unica e’ in progresso nei confronti della controparte americana dopo che i leader dell’Unione Europea hanno detto che la zona euro e’ sulla strada giusta per assistere ad una “ripresa sostenibile dell’economia”. Intorno alle 15 italiane il cambio tra le due valute e’ di $1.3933.

Nel comparto energetico i futures con consegna luglio guadagnano $0.72 a $72.09 al barile. Avanza l’oro, a $937.80 (+$3.20) l’oncia. Ancora in calo i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul benchmark decennale e’ salito al 3.8500% dal 3.8340% di giovedi’.