WALL ST APRE IN ROSSO SCHIACCIATA DA CISCO E PC

7 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apertura tutta in negativo per i mercati americani su cui pesano le cattive performance del colosso Cisco e di tutto il settore dei personal computer. Ne risente in particolare l’indice Nasdaq Composite.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

La mattinata a Wall Street e’ dominata dalla sfiducia dei mercati nei confronti del settore high tech, dopo che nella serata di martedi’, Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), il leader mondiale del comparto delle infrastrutture per le telecomunicazioni, ha annunciato un utile trimestrale inferiore di un centesimo alle aspettative.

Le notizie giunte dal fronte tecnologico hanno fatto passare in secondo piano il dato sulla produttivita’ USA nel quarto trimestre, che continua a calare nonostante i costi per unita’ lavorativa siano in aumento.

A rafforzare il pessimismo sui mercati americani, in particolare sui titoli tecnologici, anche le previsioni sulla crescita del settore dei personal computer. Martedi’ la banca d’affari Merrill Lynch ha pubblicato un report in cui ha rivisto al ribasso le proprie stime sulla crescita del comparto a livello mondiale.