WALL ST.: APERTURA COI BRIVIDI, ALLARME TERRORISMO

20 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

La borsa americana ha aperto in ribasso, gli attacchi terroristici di Instanbul e la strategia di distruzione di Al Qaeda hanno minato oggi la fiducia degli investitori.

Proprio al momento dell’apertura, e’ arrivata la notizia dell’evacuazione della Casa Bianca a Washington, per un allarme terrorismo. Dopo qualche secondo e’ giunto il cessato allarme (un aereo privato aveva violato lo spazio aereo sopra la Casa Bianca).

L’indice Dow Jones ha aperto in calo dello 0.40% a quota 9651, il Nasdaq lascia sul campo nei primi minuti di contrattazione lo 0.64% a quota 1887.

Il rimbalzo di ieri che sembrava avere le gambe per proseguire anche oggi, si e’ fermato contro i violenti attentati terroristici in Turchia (almeno 25 morti e oltre 400 feriti). Immediata la risposta del mercato con il ribasso sull’equity e i Titoli di Stato Usa e l’oro in rialzo.

Per quanto riguarda la macroeconomia, a poco sono serviti i dati sulle richieste di sussidi alla disoccupazione nettamente inferiori alle attese.

A Borsa aperta saranno resi noti i numeri sul cosidetto Superindice di ottobre e a seguire i dati sul Philly Fed (report sull’attivita’ manifatturiera dell’area di Chicago redatto dalla federal reserve).

Rimane alta la tensione anche sul mercato valutario con il dollaro che torna a perdere terreno sia contro l’euro (XEU) che contro lo yen giapponese (XJY). L’ultima quotazione del dollaro e’ $1.1945

Per quanto riguarda le trimestrali da segnalare, dopo la chiusura del mercato, la pubblicazione dei risultati di Walt Disney (DIS – Nyse). Il mercato attende un EPS a $0,16 in rialzo rispetto ai $0,11 dello scorso anno (stesso trimestre).