Volkswagen risarcirà clienti Usa con $5.000 in contanti

21 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Pur di evitare un processo che potrebbe trascinarsi per un lungo periodo di tempo, e che probabilmente intaccherebbe ulteriormente la sua credibilità, Volkswagen sarebbe pronta a pagare ogni cliente americano in possesso di una vettura tra quelle coinvolte nello scandalo sulle emissioni $5.000 in contanti. E’ quanto ha riportato oggi il quotidiano tedesco Die Welt.

Negli Stati Uniti, del caso Volkswagen si occupa la corte federale di San Francisco. Il giudice Charles Breyer ha dato tempo al colosso dell’auto tedesco fino al 21 aprile, ovvero fino a oggi, per proporre un piano di risarcimento agli acquirenti di 600.000 macchine diesel, i cui motori sono stati truccati in modo tale da nascondere il rischio di inquinamento legato alle emissioni.

Ancora, Volkswagen dovrebbe proporre al giudice federale anche di effettuare un buy back su almeno 500.000 auto diesel vendute negli Stati Uniti – riacquistando praticamenteb i veicoli-. Nel piano, rientrerebbero i modelli Jetta Sedan, Golf compact e Audi A3 venduti dal 2009.

Secondo Die Welt l’accordo con le autorità americane sarebbe stato già siglato. L’intesa, che comporterebbe per Volkswagen, oltre al versamento di contanti ai clienti, anche il sostenimento dei costi per dare il via ai richiami e alle eventuali modifiche dei veicoli coinvolti non sarebbe sufficiente tuttavia a risolvere tutti gli altri problemi del produttore di auto.

A questo punto, affinché diventi operativo, l’accordo dovrà essere accettato da chi ha sporto denuncia contro l’azienda.

Il quotidiano tedesco ha riportato le dichiarazioni del legale Christopher Rother, secondo cui l’intesa con gli Stati Uniti potrebbe servire come riferimento per le modalità di risarcimento da adottare a favore dei clienti europei del colosso.