Volkswagen, si cambia: nuovo logo per una nuova vita a zero emissioni

12 Settembre 2019, di Alberto Battaglia

Quattro anni dopo lo scandalo emissioni Volkswagen è ormai avviata con forza verso una nuova gamma di veicoli elettrici destinata a condurre il marchio verso la mobilità del futuro. La casa di Wolfsburg, così, è pronta a scrollarsi di dosso anche il logo del passato: dal Salone di Francoforte, infatti, è stato presentato un nuovo stemma dai tratti più minimalisti ed essenziali. Il suo obiettivo dichiarato è testimoniare una discontinuità nella filosofia del prodotto.

“Il nuovo logo segna l’inizio di una nuova era per Volkswagen”, ha detto con chiarezzata Jürgen Stackmann, membro responsabile di vendite, marketing e post-vendita del consiglio di amministrazione VW, “formulando dei contenuti nuovi e con l’introduzione di nuovi prodotti, il brand sta vivendo una fondamentale trasformazione verso un futuro ad emissioni zero per tutti. Adesso è il momento giusto per rendere visibile la nuova mentalità del brand al mondo esterno”.

Il nuovo logo a forma bidimensionale sembra nato più per il marketing digitale, che non per i fregi da apporre sulle automobili. Secondo Volkswagen, infatti, esso “consentire un uso più flessibile e sarà estremamente riconoscibile sui digital media”.

La sua creazione è frutto di un concept sviluppato internamente a Volkwagen, con la partecipazione di 19 team, e ha richiesto nove mesi di lavoro durante i quali sono state, in un secondo momento, coinvolte 17 agenzie esterne. “Nel nuovo design del marchio, abbiamo creato un’autentica piattaforma di comunicazione per la presentazione emotiva della mobilità elettrica. Stiamo mostrando la Volkswagen del futuro sotto i motti di ‘digital first’ e ‘no filter’”, ha spiegato il Chief Designer di Volkswagen, Klaus Bischoff.

La novità è già stata implementata nella grafica del sito ufficiale della Casa automobilistica tedesca. Successivamente verranno sostituiti i fregi delle concessionarie europee, mentre ad ottobre toccherà a quelle cinesi. A partire dal 2020 il ricambio verrà completato con Nord-Sud America e resto del mondo. Nelle 10.000 strutture di rivenditori e partner di servizio in tutto il mondo, verranno sostituiti circa 70.000 loghi: è uno dei progetti di rebranding più importanti mai visti nel settore.
La prima vettura che vedrà il nuovo logo sul suo portellone sarà la Volkswagen ID.3, una due volumi elettrica da 30mila euro e 4,2 metri di lunghezza la cui produzione sarà avviata nel novembre di quest’anno. Ben 30mila unità sono già state pre-ordinate dalla clientela.

E fra i cambiamenti in casa Volkswagen c’è anche un piccolo, ma non certo irrilevante dettaglio: i video di presentazione non saranno più accompagnati da una voce maschile, come sempre era avvenuto in passato, bensì da una voce femminile.