Investire per il futuro dei figli

31 Agosto 2021, di Ilaria Sangregorio

Ci scrive un affezionato lettore:

Buongiorno, pochi mesi fa è nato mio figlio. Sto cercando uno strumento dove poter accantonare dei soldi a suo favore (anche vincolato) a bassissimo costo, che mi permetta semplicemente di battere l’inflazione. L’obiettivo è di fargli trovare questi soldi fra una ventina di anni, allo stesso valore reale di oggi. Cosa mi consigliate?

Matteo

 

Abbiamo chiesto di dar una mano o meglio una risposta esaustiva alla Dott.ssa Federica Bertoli, Family Banker di Parma

Buongiorno Matteo, congratulazioni!

Complimenti per la tua decisione di attivarti subito per il futuro di tuo figlio.  Il tempo è il migliore alleato per gli investimenti, quindi come disse il buon Orazio “Chi ben comincia è a metà dell’opera! Il denaro è un mezzo per ottenere ciò che desideriamo, per dare forma ad ogni progetto che vogliamo realizzare nella nostra vita. Proprio per questa ragione, prima di consigliare un investimento è molto importante conoscere molto bene la persona e la famiglia che si hanno davanti.

Anche il “salvadanaio” da utilizzare per gli studi dei figli non è uguale per tutti e non ne esiste uno migliore in assoluto. Esiste quello più adatto a te.

Per capire di quale si tratta, servono molte informazioni.

Quando incontro una mamma o un papà che decidono di affidarsi a me, faccio molte domande:

  • come è composta la famiglia;
  • quali sono i redditi e il patrimonio;
  • che tipo di investimenti si stanno facendo e perché;
  • se persone, denaro e beni sono tutelati, ecc…

Solo dopo aver fatto un’attenta indagine è possibile scegliere l’investimento più aderente a ciò che ti serve.
Perciò in questo contesto non è possibile indicarti un prodotto, ma voglio comunque darti 3 suggerimenti.

Il primo suggerimento che voglio darti è quello di stabilire per cosa vorresti che tuo figlio usasse questo denaro, ti faccio alcuni esempi:

  • Vorresti dargli un bel premio per il diploma?
  • Con il diploma arriva anche il tempo della patente, vorresti comprargli un auto?
  • Vorresti avesse una somma per avviare un’attività, magari la propria start-up?
  • Vorresti dargli la possibilità di proseguire gli studi con un percorso universitario?

Magari stai proprio pensando ad un’università di prestigio e perché no, all’estero. Stabilire a cosa potrebbero servire questi soldi, serve a definire la cifra che servirà a tuo figlio tra 20anni e di conseguenza avrai le idee chiare su quanto mettere da parte ogni mese per raggiungere il tuo obiettivo.

Ed ecco il secondo suggerimento: sfrutta le aziende di tutto il mondo nel modo più semplice e sicuro possibile, cioè attraverso fondi comuni di investimento, con i quali puoi avere la massima diversificazione grazie alla competenza dei gestori che scelgono quali aziende inserire, quali rimuovere e quali mantenere.

Il modo migliore per investire il denaro è quello di farlo poco per volta e per tanto tempo. Il segreto è essere costanti nei versamenti (attiva un versamento automatico dal conto corrente, in modo da essere certo che tutti i mesi venga fatto lo spostamento) e quando sentirai alla televisione che le borse hanno perso valore, approfitta di questo momento aggiungendo denaro extra.

Il terzo suggerimento che ti dò, che è quello più importante, è, dopo un attenta analisi, fatti aiutare da un professionista di cui ti fidi per scegliere lo strumento più adatto a te e alla tua famiglia.

 

Questo articolo fa parte di una rubrica di Wall Street Italia dedicata ai consulenti finanziari che vogliono raccontare le loro esperienze e iniziative professionali. Se siete interessati a pubblicare una vostra storia scriveteci a: social.tfinance@triboo.it


L’autore è esclusivo responsabile del presente contributo, su cui non è eseguito alcun controllo editoriale da parte di T.Finance. Il presente articolo non può costituire e non deve essere considerato in nessun caso una sollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma di investimento, ne raccomandazioni personalizzate ai sensi del Testo Unico della Finanza