Come guadagnarsi una buona dose di serenità “finanziaria”

1 Novembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Articolo di Caterina Racco, consulente patrimoniale di Siderno (RC)

Dallo scorso febbraio, abbiamo dovuto fare i conti con una realtà quasi da film. Il coronavirus ha investito le nostre vite… ha fermato il mondo, le nostre routine quotidiane sono state completamente stravolte. È un momento così strano in cui ci si sente imbottigliati come in una palla di vetro. Tutto sembra scorrere al rallentatore. Siamo costretti ad assumere atteggiamenti innaturali, distanziamento e isolamento sociale sono le parole che ci sentiamo ripetere dai telegiornali, dai bollettini medici, dagli esperti della sanità.

Coronavirus: l’unico nemico invisibile?

Combattiamo contro un nemico invisibile. Questo mi ha fatto riflettere su quanti nemici invisibili abbiamo in realtà, sicuramente più di quanto non immaginiamo! Basti pensare – ad esempio – al nostro rapporto col denaro, quanti mostri quante ombre offuscano questa relazione sempre complessa, vuoi per errate credenze vuoi per stigmi ereditati vuoi per scarsa conoscenza.

Noi siamo oggi, il frutto di tutto il nostro passato, a partire dall’educazione familiare impartitaci, dai valori a cui siamo stati ispirati dalle credenze a cui siamo stati abituati. Tutte le nostre scelte sono state determinate da questi condizionamenti errati o corretti che siano.

 

Il momento presente, rappresenta la consapevolezza di dove ci troviamo a livello emotivo, sentimentale e professionale attraverso la valutazione dei risultati che abbiamo raggiunto finora. I nostri sogni e i nostri desideri, i nostri obiettivi appartengono ad una sfera futura in cui il denaro si colloca come un veicolo, un mezzo per poterli realizzare.

Naturalmente ciò che abbiamo raggiunto finora è frutto di scelte fatte nel passato.  Non dobbiamo cadere però  nell’errore di credere che solo quello che facciamo oggi nel nostro presente condizionerà il raggiungimento dei nostri obiettivi futuri.

Il passato sarà sempre quel luogo, da cui provengono i maggiori condizionamenti, che potrebbero determinare le scelte future implicando il successo o meno del raggiungimento dei nostri obiettivi. Laddove necessario se non facciamo un attenta analisi di ciò che sono tutte le nostre credenze e gli schemi  ereditati dal passato non potremo mai raggiungere quella serenità finanziaria che ci consenta di realizzare i nostri desideri e i progetti di vita futura.

Ognuno di noi è il primo sabotatore di sé stesso.

Sembrerebbe inconcepibile eppure è così. Siamo proprio noi stessi ad ostacolare la nostra via per la serenità, nel nostro cammino poniamo ostacoli invisibili che ci rendono inaccessibile il raggiungimento del successo soprattutto in campo finanziario.

Le credenze e i pattern acquisiti non sono facili da debellare.

Occorre  innanzitutto individuare i comportamenti errati, isolarli e correggere il tiro mettendo in campo azioni efficaci a controbilanciarli. Naturalmente non è un compito facile, occorre affiancarsi a professionisti del settore seri e competenti che aiutino il cliente a rivelare i comportamenti errati rimuovendo le cause quindi di ostacolo alla realizzazione degli obiettivi di vita desiderati.

Il mio consiglio è questo: non continuare a girare a vuoto, ti direi di scendere da quella ruota dove ognuno di noi è salito almeno una volta, non rincorrere rendimenti, tassi e numeri.

Fermati, ascolta  te stesso, chiediti chi sei, dove sei e dove vorresti arrivare e cerca di capire come fare.

 

Questo articolo fa parte di una rubrica di Wall Street Italia dedicata ai consulenti finanziari che vogliono raccontare le loro esperienze e iniziative professionali. Se siete interessati a pubblicare una vostra storia scriveteci a: [email protected]


L’autore è esclusivo responsabile del presente contributo, su cui non è eseguito alcun controllo editoriale da parte di Brown Editore S.r.l.. Il presente articolo non può costituire e non deve essere considerato in nessun caso una sollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma di investimento, ne raccomandazioni personalizzate ai sensi del Testo Unico della Finanza