VIVENDI ACCUSA NEWS CORP DI PIRATERIA

di Redazione Wall Street Italia
12 Marzo 2002 12:56

Il colosso francese delle telecomunicazioni Vivendi Universal (V – Nyse) ha accusato il gruppo rivale News Corp (NWS – Nyse) di aver favorito la pirateria, a danno di Canal Plus (società del gruppo Vivendi).

In particolare, News Corp, tramite la controllata NDS Group, avrebbe sviluppato nel 1998, dopo anni di ricerche, iniziate addirittura nel 1990 in Israele, un software in grado di decodificare i segnali delle smart card prodotte da Canal Plus Tecnologies.

Sempre secondo i francesi, NDS Group avrebbe poi pubblicato gli esiti della ricerca su internet, favorendo il commercio di tessere pirata allo scopo di danneggiare la rivale.

Canal Plus ha fatto ricorso all’autorità giudiziaria, denunciando il fatto alla corte di San Jose in California.

In base alla documentazione rilasciata, i danni subiti dalla società transalpina ammonterebbero a oltre $1 miliardo, con milioni di tessere pirata in circolazione solamente in Italia.

NDS è il leader del mercato del software per criptare i segnali della TV a pagamento con 27,3 milioni di utenti, mentre Canal Plus Technologies ne conta 12,5 milioni.

Canal Plus inoltre ha annunciato che il prossimo mese in Spagna uscirà una nuove versione della smart card e che proseguiranno le innovazioni tecnologiche per fronteggiare il problema della pirateria.