Venezuela: proteste anti Maduro che teme colpo di stato

13 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

CARACAS (WSI) – Migliaia di studenti e militanti dell’opposizione sono scesi in piazza ieri sera a Caracas e in altre città del Venezuela per protestare contro il carovita, nel corso di manifestazioni, anche violente, che hanno causato la morte di tre persone almeno.

Un militante filogovernativo e uno studente sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco a margine della grande manifestazione di Caracas, mentre altre 23 persone sono rimaste ferite. Un altro miltante è stato ucciso, anche lui da colpi di pistola, a Chacao, uno dei quartieri popolari ad est della capitale venezuelana.

Il ministero degli Interni ha reso noto di aver proceduto all’arresto di una trentina di persone: “Tutti avevano il capo coperto e negli zaini pietre, cocktail molotov e altri oggetti contundenti per aggredire gli agenti”.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha dato l’ordine di rafforzare la sicurezza nelle principali città del paese per “evitare tentativi di colpi di stato”.
(TMNews)