VENERDI’ NERO AL NASDAQ, CROLLO DELL’ 11,0%

14 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’indice Nasdaq e’ alle prese con una delle giornate piu’ difficili della sua storia.

Sono state bruciati in poche ore centinaia di miliardi di dollari di capitalizzazione. Il crollo e’ dell’11,0% a circa 10 minuti dalla chiusura delle contrattazioni.

Il Nasdaq e’ sceso intraday di circa 410 punti, il peggior crollo in assoluto dal crash del 19 ottobre 1987, sfondando al ribasso quota 3.300, ultima quota di resistenza, che sembra comunque in questo momento non reggere.

Il Nasdaq Composite Index alla chiusura di giovedi’ era in calo del 24,2% rispetto al massimo assoluto stabilito il 10 marzo scorso. L’indice e’ sceso pesantemente nei primi quattro giorni della settimana, e’ al momento in fase di crash, o di mercato orso, poiche’ la perdita e’ del 26% in una settimana, e del 35% dal top.