VALUTE: AIRBUS FA IL TIFO PER IL DOLLARO

5 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Airbus, consorzio europeo in competizione con il colosso americano Boeing (BA – Nyse) per la leadership mondiale del mercato degli aerei commerciali, ha dichiarato che un euro troppo forte potrebbe causargli qualche problema.

In particolare Noel Forgeard, l’amministratore delegato di Airbus, ha detto “che diventerebbe difficile rimenere profittevoli con un tasso di cambio euro/dollaro di 1,1”.

Airbus continuerà a fare utili se la moneta unica non supererà la parità.

Il problema per il consorzio europeo, partecipato da EADS, Bae Systems e dall’italiana Finmeccanica, è legato alla struttura del business: le maggior parte delle vendite sono in dollari, mentre larga parte dei costi (ad esempio i salari) sono pagati in euro.

Forgeard ha però rassicurato gli investitori, sostenendo che Airbus non ha utilizzato la liquidità di cui disponeva nel primo semestre dell’anno, e quindi ha le risorse necesarie per affrontare problemi di questo genere.

Al momento tasso di cambio euro/dollaro sembra essersi assestato al di sopra dei 97 centesimi, dopo aver sfiorato la parità la scorsa settimana.

Questa mattina un euro vale 97,31 centesimi di dollaro.