UTILI: ORACLE BATTE LE STIME DI MERCATO

18 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il colosso software Oracle (ORCL – Nasdaq) ha registrato nel quarto trimestre fiscale un utile di $760 milioni su base pro forma, o di 14 centesimi per azione. L’ammontare esclude l’onere di $229,3 milioni, relativo all’investimento che la societa’ ha effettuato nella societa’ Liberate Technologies .

Immediata e’ stata la reazione del titolo che, pochi minuti dopo la comunicazione dei risultati, ha messo a segno un balzo dell’11%.

Il risultato societario e’ stato infatti migliore delle stime, dal momento che analisti si attendevano un utile per azione di 12 centesimi(conseunsus Zacks).

Gli utili netti sono stati di $655,9 milioni, o di 12 centesimi per azione. Nello stesso periodo dell’anno precedente il gigante aveva conseguito un utile netto di $854,9 milioni, o di 15 centesimi per azione.

Il fatturato e’ sceso del 15,7%, a quota $2,77 miliardi, rispetto ai $3,29 miliardi di un anno fa. Il dato e’ comunque superiore alle stime di mercato, che erano di $2,57 miliardi.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA