UTILI: IBM IN LINEA CON LE ATTESE DI MERCATO

18 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il colosso informatico International Business Machines (IBM – Nyse) ha chiuso il secondo trimestre dell’anno, con un utile netto di $2 miliardi, pari a $1,15 per azione, in leggera crescita rispetto agli $1,9 miliardi, o $1,06 per azione, avuti nello stesso periodo dello scorso anno.

Secondo i dati di First Call/Thomson Financial, gli analisti di Wall Street si attendevano un utile proprio di $1,15 per azione.

Il fatturato, che risente dell’indebolimento del settore personal computer, e’ stato di $21,6 miliardi, in linea con i $21,65 miliardi del secondo trimestre del 2000, ma inferiori ai $22,5 miliardi attesi dagli analisti (consensus First Call/Thomson Financial).

Verificate le quotazioni dei titoli in movimento nel dopoborsa aggiornate in tempo reale nella sezione BOOK USA

che trovate sul menu in cima alla pagina.