UTILI: IBM IN FORTE CALO, MA IN LINEA CON ATTESE

di Redazione Wall Street Italia
17 Aprile 2002 23:22

Il colosso informatico IBM (IBM – Nyse) ha registrato nel primo trimestre del 2002 un utile di $1,19 miliardi, o di 68 centesimi per azione, in ribasso del 32% rispetto ai $1,75 miliardi, o ai 98 centesimi, dello stesso trimestre del 2001.

Il risultato e’ in linea con le aspettative degli analisti (consensus Zacks, Multex e Thomson Financial/First Call).

IBM ha attribuito il calo alla ”continua debolezza dell’ambiente globale di business”.

Il fatturato del primo trimestre del 2002 e’ stato di $18,6 miliardi, in calo dell’11,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Samuel J. Palmisano, presidente e amministratore delegato della societa’, ha affermato che ”mentre nessuno puo’ prevedere il momento della ripresa, rimaniamo ottimisti sull’aspettative di un recupero del settore nella seconda meta’ dell’anno”.