UTILI: GENENTECH IN LINEA CON LE ATTESE

17 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Genentech (DNA – Nyse) una delle societa’ leader al mondo nel settore biotech, nel quarto trimestre ha registrato un utile netto di $42,1 milioni, o 8 centesimi per azione, quasi triplicando rispetto all’utile di $14,3 milioni, o 3 centesimi avuto nello stesso periodo di un anno fa.

La societa’ biotecnologica che ha base a South San Francisco (California) ha dichiarato che, esclusi alcuni oneri straordinari, ha avuto un utile pro forma di $106,4 milioni, o 20 centesimi per azione, aumentanto del 28% rispetto agli $83
milioni, o 16 centesimi per titolo, ottenuti nello stesso periodo di un anno fa e sulla stesse basi pro forma.

Tale risultato e’ inm linea con le previsioni degli analisti di Wall Street che avevano ipotizzato proprio un utile di 20 centesimi per azione(consensus Zacks).

Il fatturato si e’ attesato a $600,2 milioni, in aumento rispetto ai $485,3 milioni di un anno fa, grazie alla vendita di alcuni farmaci come Rituxan e Herceptin.

“Quest’anno ci prepareremo per il 2003 e per il lancio di sei nuovi prodotti o nuove indicazioni. Anche se dovessimo lanciarne tre o quattro, saremo in grado comunque di raggiungere i nostri obiettivi di profitto”, ha dichiarato Art Levinson, amministratore delegato del gruppo.

Levinson ha aggiunto che la societa’ attualmente conta dieci prodotti in stato finale di sviluppo e che e’ fiducioso che Genentech possa crescere piu’ attraverso se stessa e le proprie forze che con acquisizioni. “Non siamo preparati a spendere le cifre che spendono altri – ha dichiarato Levinson riferendosi sottilmente ad Amgen che ha pianificato l’acquisizione di ImmunexCorp. per $16 miliardi in contanti e azioni.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale, cliccando BOOK USA, , che trovate sul menu in cima alla pagina, nella sezione Mercati.