Usa: via libera alle sanzioni contro la Turchia. Trump: “pronto a distruggere economia di Ankara”

15 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Un ordine esecutivo che autorizza sanzioni americane contro la Turchia, in risposta alla violenta offensiva di Ankara nel nord della Siria, che sta seminando distruzione e morte tra i curdi e che rischia di rilanciare le forze di Isis.

È quello firmato ieri dal presidente americano Donald Trump,  che ha spiegato su Twitter che, l’ordine esecutivo imporrà “sanzioni contro dirigenti ed ex dirigenti del governo turco e qualsiasi persona che contribuisca alle azioni destabilizzanti della Turchia nel nordest della Siria”. Saranno inoltre aumentati i dazi sull’acciaio sino al 50% e fermati i negoziati per un accordo commerciale con Ankara da 100 miliardi di dollari.

“Sono totalmente pronto a distruggere rapidamente l’economia turca se i leader turchi continuano questa strada pericolosa e distruttiva”.

Dopo il ritiro dei militari statunitensi dal nord-est della Siria è iniziata l’operazione militare che la Turchia sta portando avanti contro i curdi siriani, che negli ultimi sviluppi ha portato a un accordo fra i curdi e il regime siriano di Bashar al Assad.

L’amministrazione di Donald Trump si sta muovendo non solo sul piano economico ma anche anche sul binario della diplomazia con l’obiettivo di avviare un processo di pace. In questa direzione, il vicepresidente americano Mike Pence andrà infatti in Turchia insieme al consigliere per la Sicurezza nazionale Robert O’Brien con l‘obiettivo di avviare trattative per un cessate il fuoco..