Usa: vendite case esistenti +6,5%, record da 2009

21 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nel mese di luglio, le vendite di case esistenti degli Stati Uniti sono balzate +6,5% a un tasso annuo di 5,39 milioni. Si tratta del livello più alto dalla fine del 2009, stando a quanto reso noto dalla National Association of Realtors.

Gli economisti interpellati da MarketWatch si aspettavano un rialzo a quota 5,21 milioni dai 5,08 milioni di giugno. Le previsioni per il mese di luglio di Briefing parlano invece di un risultato piu’ contenuto, pari a 5,10 milioni.

Il dato, positivo, conferma la ripresa del mercato immobiliare ma rischia di alimentare ulteriore nervosismo tra gli operatori, che al momento temono più di tutti il tapering della Fed.

L’Associazione che ha reso noto il dato ha spiegato che il balzo di luglio va spiegato con il fatto che gli americani si stanno affrettando ad acquistare una casa, prima che i tassi sui mutui crescano troppo.

Il prezzo mediano di un’abitazione si è attestato a $213.500 a luglio, in balzo +13,7% su base annua. Le scorte sono aumentate di 5,6% a 2,28 milioni di unità disponibili per la vendita, rappresentando un’offerta di 5,1 mesi.