Usa-Ue: guerra commerciale ha inizio

23 Settembre 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Una vera e propria guerra commerciale è quella che si sta profilando tra Stati Uniti ed Europa dopo che la WTO, l’Organizzazione Mondiale del Commercio, ha rivelato che l’Unione europea e altri paesi membri avrebbero fornito aiuti e sussidi considerati illegali ad Airbus, il colosso degli aerei concorrente dell’americana Boeing.

Un comitato per la compliance del Wto ha individuato come illegittimi i sussidi Ue del valore pari a 22 miliardi di dollari che Germania, Francia, Regno Unito e Spagna avrebbero elargito ad Airbus per finanziare i progetti A300, A310, A320, A330/A340, A330-200, A340-500/600, e A380. L’ufficio americano ha inoltre riferito che 4 miliardi di dollari di finanziamenti illegali riguardano i nuovi aerei A350 XWB Airbus. Tali aiuti hanno generato un danno “reale e sostanziale” alla concorrente americana Boeing, scrive il Wto.

Mentre negli Stati Uniti questa decisone dell’Organizzazione mondiale del commercio è stata accolta come una vittoria – come afferma  Michael From, ministro del commercio americano, secondo cui “E’ una vittoria per gli Usa e per i nostri lavoratori” – l’Ue ha fatto sapere che sta valutando di presentare ricorso, giudicando “insoddisfacenti” alcune motivazioni della decisione.

Naturalmente la questione degli aiuti all’Airbus dichiarati illegittimi si colloca in una fase già abbastanza calda di tensione tra gli Stati Uniti d’America e il vecchio Continente dopo il fallimento annunciato del TTIP e i 13 miliardi chiesti dalla Commissione Europea per i vantaggi fiscali concessi all’Apple. Come tale le conseguenze della nuova sentenza sull’Airbus potrebbero aprire la strada ad una nuova era di dazi e di protezionismo, rallentando ancora di più l’economia stagnante mondiale.