USA: STIME PIL QUARTO TRIMESTRE SOPRA +3.5%

3 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Tassi di interesse: in area Euro la sessione di ieri si è conclusa con tassi stabili sul tratto a due e dieci anni e con borse in rialzo. Il Pmi manifatturiero dell’intera area ad ottobre per la prima volta dopo diciassette mesi è salito sopra soglia 50. Tra le principali economie dell’area il dato di Italia e Spagna rimane ancora sotto tale soglia, pur continuando a registrare un miglioramento.

Sul fronte azionario, Ubs nel terzo trimestre ha riportato perdite nette per 564 Mln€, ma si attende un miglioramento nei prossimi mesi. In Europa la Corte Costituzionale Ceca ha stabilito che il trattato di Lisbona è conforme alla Costituzione della repubblica, rimuovendo così l’ultimo ostacolo alla sua ratifica. In Uk il governo sta per procedere ad una seconda corposa iniezione di capitali da 31,3Mld£ di cui 25,5 in RBS (arrivando ad una quota di circa l’84%) e 5,8Mld£ in Lloyds. La stessa Lloyds inoltre sta effettuando un aumento di capitale da 21Mld£.

Negli Usa, il clima più favorevole creato dal positivo tenore dei dati macro insieme a notizie incoraggianti sul fronte societario, hanno consentito ai mercati azionari di chiudere in positivo a fronte di tassi in rialzo. Sul fronte macro l’Ism manifatturiero di ottobre si è posizionato ai massimi da metà del 2006, grazie principalmente al forte rialzo della componente produzione. Verosimilmente il forte decumulo di scorte dei mesi scorsi determinato soprattutto dal piano rottamazione auto, ha rimesso in moto la produzione per riportare il livello delle scorte su valori più alti.

Inoltre, i contratti preliminari di compravendita di case di settembre hanno segnato un rialzo per l’ottavo mese consecutivo: in questo caso potrebbe esservi l’effetto della concentrazione di negoziazioni in vista della scadenza (30 novembre) del credito di imposta da 8000$ per l’acquisto della prima casa.

Dal lato societario i risultati trimestrali di Ford hanno sorpreso in positivo, consentendo al titolo di chiudere in progresso di oltre l’8%. Il prima citato dato dell’Ism manifatturiero lascia aperta la possibilità di una crescita trimestrale del Pil nel quarto trimestre anche superiore al 3,5% del terzo trimestre. Il clima di ripresa dell’economia è stato confermato questa notte anche dal rialzo da 25pb (il secondo nel 2009) della banca centrale australiana. L’Australia sta beneficando del forte incremento della domanda di materie prime, in modo particolare minerale di ferro e carbone. Nel breve il primo supporto sul decennale è in corrispondenza di 3,30%.

Valute: Dollaro in lieve apprezzamento questa mattina vs. Euro, sulla scia dell’apertura negativa dei listini azionari. Sarà importante verificare l’andamento dei mercati azionari emergenti dopo la chiusura ieri di alcuni importanti mercati dell’area tra cui quello brasiliano. Un’estensione del calo dei mercati emergenti confermerebbe la temporanea e parziale chiusura di carry trade rendendo possibile il test del supporto a quota 1,4675.

Bassa volatilità per lo Yen durante la notte, complice la chiusura dei mercati giapponesi per festività. Verso Euro il cross trova il livello di supporto più vicino a 131, mentre le resistenze si collocano in area 134-134,40 e 136.

Materie Prime: rimbalzano le materie prime con poche eccezioni negative come ad esempio il gas naturale (-4,4%). Tra gli energetici in rialzo il greggio Wti (+1,5%) favorito dal recupero delle borse e dai buoni dati macro in arrivo dagli Usa e dalla Cina. Contrastati i metalli industriali. Tra i preziosi in rialzo l’oro (+1,3%). Il Fmi ha venduto 200 tonnellate di oro (la metà di quanto il Fmi ha dichiarato essere intenzionato a vendere) a prezzi di mercato (in media circa 1045$) alla Reserve Bank of India per un controvalore di 6,7 Mld$. Si tratta della sua prima vendita di oro da 9 anni ed è la conferma che gli investitori sono ancora interessati al metallo anche alle attuali quotazioni. Infine tra gli agricoli forti rialzi per caffè (+5,1%), grano (+4,6%) e mais (+4,4%).

Copyright © Servizio Market Strategy MPS Capital Services per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.