USA: PIL BOOM NEL PRIMO TRIMESTRE, RIALZO DEL 5.3%

25 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

Il Prodotto Interno Lordo Usa – un dato che rappresenta il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti e venduti nel Paese – nel primo trimestre del 2006 ha registrato un aumento del 5.3%.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Commercio Usa.

L’indicatore, che rappresenta la prima di una serie di revisioni del dato, si e’ rivelato leggermente inferiore alle stime degli economisti che si attendevano un rialzo del 5.8%. Il dato preliminare si era attestato al 4.8%. Nel trimestre precedente (il quarto del 2005) il dato aveva registrato una crescita dell’1.7%, un rallentamento dovuto agli effetti dell’uragano Katrina.

Con INSIDER puoi guadagnare in un mese piu’ del tuo stipendio di un anno. Clicca sul
link INSIDER

La revisione al rialzo e’ principalmente dovuta ad un aumento degli investimenti e un restringimento del deficit commerciale. Invariata la situazione dal punto di vista inflazionistico: l’indice dei prezzi al consumo e’ cresciuto del 2%.

Inferiore alle attese il deflatore, salito del 2.3%, contro un consensus del 3.3%.

In ogni caso, una crescita del 5,3%, che rappresenta un tasso quasi 5 volte superiore a quello a cui si sviluppano le economie europee, resta per gli Stati Uniti la piu’ forte in assoluto dal terzo trimestre del 2000. La media della crescita americana e’ stata del 3.6% negli ultimi 4 trimestri.

Ed ecco altri dati interessanti ricavabili dal Pil: nel primo trimestre 2006 i profitti delle aziende Usa sono saliti del 7.9%, dopo essere ctresciuti del 14.4% nel quarto trimestre 2005. I profitti aziendali sono in rialzo +23.8% anno su anno: si tratta del maggior incremento dal terzo trimestre del 2002.

Nel frattempo, lo scenario relativo all’inflazione e’ rimasto immutato. L’indice “core” dei prezzi per la spesa personale e’ cresciuto a un tasso del 2.0% annuo, la revisione in questo caso non ha prodotto modifiche rispetto al primo rilascio del dato.

Tutti i prezzi al consumo, compresi alimentari ed energia, sono saliti a un tasso del 2.0%. Misurato in dollari, l’attuale GDP e’ stato stimato dal governo in $13.037 trilioni, in rialzo dell’8.8% rispetto al quarto trimestre 2005.

Gli investimenti aziendali sono cresciuti del 9.3%, il che ha contribuito all’1.6% della crescita totale del GDP. Gli investimenti in macchinari e software sono saliti del 13.8%, in leggero ribasso rispetto alla prima stima del 16.4%. Gli investimenti in abitazioni sono cresciuti “solo” del 3.1%.