USA: OCCUPAZIONE, PERSI 663000 POSTI DI LAVORO

3 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di marzo l’occupazione nel settore non agricolo negli Stati Uniti e’ diminuita di 663 mila unita’. Si tratta di una contrazione dell’occupazione per il quindicesimo mese consecutivo. Il dato dello scorso mese e’ stato confermato -651.000. Da quando e’ iniziata la recessione (dicembre 2007) gli Usa hanno visto svanire 5.1 milioni di posti.

Lo ha reso noto il Dipartimento del Lavoro.

Il dato si e’ rivelato superiore alle stime degli economisti, che si aspettavano in media una perdita di 658.000 posti

Il tasso di disoccupazione e’ balzato all’8.5% dall’8.1% dello scorso mese, attestandosi sui livelli piu’ alti dal 1983. Rispettate le attese degli analisti. Il salario orario su base mensile e’ cresciuto dello 0.2% in linea con le stime, su base annuale ha registrato un aumento del 3.6% (consensus +3.5%).

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Per chi sia interessato al modo in cui viene calcolato questo importante dato macroeconomico: Come leggere i dati sul mercato del lavoro USA.