USA: OBAMA, ECONOMIA IN RIPRESA MA I TEMPI DURI NON SONO ANCORA FINITI

14 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Le azioni adottate dal governo Usa ‘stanno cominciando a generare segni di progresso nell’economia’. Lo afferma il presidente Obama. E aggiunge che i segni di ripresa ‘sono i benvenuti e sono incoraggianti’, ma avverte: ‘Questo non vuol dire che i tempi duri siano passati. Il 2009 continuera’ a essere un anno difficile per l’economia Usa. La severita’ di questa recessione causera’ ulteriori perdite di posti di lavoro, ulteriori pignoramenti, ulteriori dolori’.


Obama osserva che ‘c’e’ ancora molto lavoro da fare’ per rimettere l’economia in carreggiata e sottolinea: ‘Dobbiamo continuare ad aspettarci uno sforzo quotidiano implacabile e ostinato da parte dell’Amministrazione per una ripresa economica su tutti i fronti’. L’inquilino della Casa Bianca sostiene poi che ‘il processo di ristrutturazione di Aig e delle case automobilistiche richiedera’ scelte difficili e in qualche caso impopolari’.


Infine individua 5 pilastri che ‘faranno crescere la nostra economia: nuove regole per Wall Street che premino l’innovazione; nuovi investimenti nell’educazione che renderanno la nostra forza lavoro piu’ preparata e competitiva; nuovi investimenti in energie rinnovabili e tecnologie; nuovi investimenti nell’assistenza sanitaria; e nuovi risparmi nel budget federale cosi’ da ridurre il debito per le future generazioni’.(ANSA).