USA: LE VENDITE DI CASE ESISTENTI CROLLANO DELL’8.4%

di Redazione Wall Street Italia
24 Aprile 2007 16:00

Nel mese di marzo le vendite di case esistenti negli Stati Uniti hanno registrato un calo dell’8.4% (maggior calo dal gennaio del 1989) al livello di 6.12 milioni di unita’, minor livello di quasi 4 anni.

Lo ha reso noto il dipartimento del Commercio Usa, sulla base dei dati forniti dall’associazione nazionale delle agenzie immobiliari (National Association of Realtors, NAR).

Il dato si e’ rivelato inferiore alle stime del mercato. Gli economisti si aspettavano in media un calo di 6.45 milioni.

L’invenduto e’ diminuito dell’1.6% a 3.75 milioni (corrispondente a un’offerta da smaltire in 7.3 mesi) e il prezzo medio di vendita e’ diminuito dello 0.3% a $217.000 (ottavo calo mensile consecutivo).