USA: LA BUROCRAZIA OSTACOLA LA SICUREZZA

26 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

La promessa di un rafforzamento della sicurezza negli aeroporti, arrivata ormai quasi un anno fa dall’amministrazione Bush, sembra proprio essere stata mantenuta solo in parte perche’ gli sforzi per migliorare il sistema sono stati ostacolati dalla scarsa coordinazione tra le agenzie federali e dalla mancanza di un nitido quadro dei fabbisogni tecnici.

Lo riporta il quotidiano Wall Street Journal nell’edizione odierna, citando le difficolta’ espresse da dirigenti di societa’ aerospaziali e della difesa nel far approdare contratti con il governo.

Ritardi burocratici e disaccordi tra le agenzie federali, di cui molti dirigenti si lamentano,
hanno reso difficile le decisioni di richiesta di e schieramento di nuove tecnologie e rallentato la raccolta di fondi per nuove iniziative per la sicurezza.

Boeing (BA – Nyse), Lockheed Martin (LMT – Nyse), Raytheon (RTN – Nyse) e Honeywell International (HON – Nyse) sono tra le societa’ che hanno privatamente dato sfogo a queste lamentele, esortando il governo ad aumentare gli sforzi.

Sulla scia della notizia, il setottore e’ in calo nelle contrattazioni odierne.