USA: L’ISM MANIFATTURIERO SALE A QUOTA 55.9

4 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di dicembre l’indice ISM, il dato che misura l’andamento dell’attivita’ manifatturiera negli Stati Uniti, e’ aumentato piu’ del previsto a quota 55.9 dai 53.6 punti di novembre, confermando un’espansione dell’attivita’, che si protrae ormai da cinque mesi consecutivi.

Lo ha comunicato l’Institute for Supply Management, di Tempe in Arizona.

L’indicatore si e’ rivelato migliore delle stime degli analisti. Il consensus era infatti per un progresso piu’ contenuto, a quota 54.3 punti. Leggendo tra le righe si nota che a crescere sono stati snove sotto settori industriali su 18. I nuovi ordini alle fabbriche sono passati al 65.5% dal 60.3% del mese precente. L’indice di occupazione e’ salito al 52% dal 50.8% di novembre. E’ aumentato anche l’indice della produzione, portatosi a 61.8% da 59.9%.

Non correre il rischio di perdere il rialzo di Wall Street. Guadagna con INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa meno di un caffe’, solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Ricordiamo che un valore superiore ai 50 punti indica un’espansione dell’attivita’ manifatturiera, mentre un valore inferiore indica contrazione.