USA: FUTURE TRAINATI
AL RIALZO DAI DATI MACRO

17 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

A poco piu’ di mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono tutti positivi e in rialzo rispetto alla rilevazione precedente.

Dopo il forte rialzo di ieri, il mercato attendeva una nuova tornata di dati macro positivi per proseguire nel rally. E questi puntualmente sono arrivati.

I prezzi al consumo superiori alle previsioni indicano che il rischio deflazione per ora non e’ cosi’ imminente. I dati sui nuovi cantieri edili confermano la piena salute del mercato immobiliare.

A questo punto mancano solo i numeri sulla produzione industriale e sulla capacita’ di utilizzazione degli impianti. Se anche questi dovessero risultare positivi, ai pochi pessimisti rimasti sul mercato rimarrebbero ben pochi appigli a cui aggrapparsi.

Secondo gli ultimi dati di Merrill Lynch, il settore degli high-yield bond (i cosiddetti “junk bond”), che in genere anticipa il resto del mercato, sconta una capacita’ di utilizzazione degli impianti appena sopra il 79%. Considerato che ad aprile il dato si e’ attestato al 74,4%, resta il dubbio se sul mercato finanziario ci sia un fenomeno di anticipazione di un’economia reale in crescita oppure una speculazione guidata dal forte afflusso di liquidita’ in cerca di un rendimento decente.

Alle 14:55 (le 8:55 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 6,40 punti (+0,63%), a 1.015,60 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 8,50 punti (+0,68%), a 1.254,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 44 punti (+0,47%), a 9.336 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 103,16 e rendimenti al 3,21%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA