USA: FIDUCIA CONSUMATORI IN CALO A 47.7 PUNTI

27 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di ottobre la fiducia dei consumatori negli Stati Uniti e’ scesa a quota 47.7 dai 53.1 punti di settembre (poi rivisti al rialzo a 53.4).

Lo ha comunicato il Conference Board, un centro di ricerca privato di New York.

Il dato si e’ rivelato inferiore alle attese. Il consensus degli economisti prevedeva in media un valore di 53.5 punti.

Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare con titoli aggressivi in fase di continuazione del rialzo e difensivi in caso di volatilita’ e calo degli indici, basta accedere alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo ora: costa solo 79 centesimi al giorno, provalo

Gli americani sono diventati piu’ pessimisti sulla situazione del mercato del lavoro: coloro che ritengono sia difficile trovare un lavoro sono infatti saliti di numero, al 49.6% dal 47.0% del mese precedente.

L’incremento del tasso di disoccupazione minaccia di compromettere le spese al consumo ora che ci si avvicina alla stagione delle festivita’ natalizie. Senza un recupero sostenuto della parte piu’ importante dell’economia sara’ difficile che gli Stati Uniti tornino a crescere.

Ogni americano vive “nella paura costante di essere il prossimo a perdere il lavoro”, ha osservato prima della presentazione del report Maxwell Clarke, chief economist Usa di IDEAglobal. “Finche’ questi timori non verranno messi da parte, non e’ lecito aspettarsi un miglioramento consistente sul fronte dei consumi”.