Usa e Ue verso la guerra commerciale? Macron torna ad attaccare Biden

9 Novembre 2022, di Mariangela Tessa

Si fanno più tesi i rapporti tra Stati Uniti sul fronte del commercio. Emmanuel Macron torna a criticare le politiche commerciali ed energetiche statunitensi, bollandole come “non amichevoli”. Il riferimento  è all’Inflation Reduction Act, che concede miliardi di dollari in incentivi alle società di energia rinnovabile e offre sussidi per le auto elettriche prodotte in Nord America. Macron ha commentato in proposito:

“Gli Stati Uniti producono gas a basso costo e inoltre lanciano massicci aiuti di Stato. Penso che questo non sia conforme alle regole dell’Organizzazione mondiale del commercio e penso che non sia amichevole“.

Valentina Magri | Wall Street Italia

Macron, pressing su Usa e Cina alla Cop27

Non è la prima volta che il presidente francese sottolinea come Washington stia realizzando profitti spropositati beneficiando di una rendita dovuta alla guerra. Le dichiarazioni di Macron, che ha detto di voler affrontare la questione durante la sua visita di stato a Washington, sono arrivate a margine della Cop27 di Sharm-el-Sheikh, in Egitto. In questa occasione, il numero uno dell’Eliseo ha indicato voler far pressione sui “Paesi ricchi non europei”, in particolare gli Stati Uniti e Cina, affinché paghino la loro “parte” per aiutare i Paesi poveri dinanzi ai cambiamenti climatici.

“Dobbiamo fare in modo che gli Stati Uniti e la Cina siano veramente presenti” in questa “battaglia” contro i cambiamenti climatici, ha avvertito il leader di Parigi, secondo cui noi europei siamo “gli unici a pagare“. Parlando con un gruppo di giovani impegnati per il clima prima dell’apertura della Cop27 a Sharm-el-Sheikh, Macron ha evidenziato la necessità di “mettere pressione sui Paesi ricchi non europei, dicendo loro: dovete pagare la vostra parte“.