Usa dispiegheranno armi pesanti in Europa Est. Russia: “Reagiremo”

15 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’area del Baltico e dell’Est europeo è il teatro dove va in scena la nuova guerra fredda tra Russia e Stati Uniti.

Per scoraggiare una possibile aggressione di Mosca nella regione il Pentagono è pronto a dispiegare uomini e mezzi pesanti, secondo quanto riferito dal New York Times.

Alle indiscrezioni stampa ha risposto a stretto giro di posta la Russia, minacciando di reagire incrementando a sua volta la sua presenza militare nella regione.

Se gli Stati Uniti impegneranno veramente 150 uomini in ognuna delle tre nazioni baltiche che temono un’allargarsi del dominio russo, il Cremlino “non potrà che aumentare le proprie forze e i propri mezzi militari nell’area occidentale”.

Lo ha dichiarato Iuri Iakubov, capo del Dipartimento ispettori geenerali del ministero russo della Difesa. Nessuno commento ufficiale pervenuto invece da parte dei portavoce del Cremlino.

Oltre al presidio militare nelle tre nazioni del Baltico sopra citate, il New York Times sostiene che l’America impiegherà un battaglione di 750 uomini in Polonia, Romania, Bulgaria e forse anche Ungheria.

Fonte: Reuters

(DaC)