USA: DISOCCUPAZIONE AL 4,5% IN APRILE

4 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti si e’ attestato in aprile al 4,5%, in crescita rispetto al mese precedente. Lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Lavoro americano.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones tra gli economisti di Wall Street aveva anticipato una crescita del dato al 4,4%.

Il dato e’ il piu’ alto registrato in 30 mesi.

A questo risultato si aggiunge anche quello relativo ai posti di lavoro nel settore non agricolo calati a 223,000 unita’.

Una cifra, questa, che non si vedeva dal febbraio 1991.

Il risultato ha sorpreso Wall Street che si attendeva una crescita delle buste paga di 25,000 unita’.

A questo punto sono in molti a sperare in un prossimo taglio dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve nella riunione del 15 maggio prossimo.

Un’altra grandezza diffusa questa mattina, quella relativa alle paghe orarie, testimonia al tempo stesso che il rischio d’inflazione e ‘ ancora presente.

Secondo la stima, le paghe orarie sono infatti cresciute dello 0,4%, cinque centesimi in piu’ rispetto al mese precedente.

Tuttavia, malgrado il dato, molti operatori confidano nel fatto che la Fed si sia sempre mostrata piu’ propensa a stimolare la crescita economica piuttosto che badare ai rischi inflattivi.

 

APR

STIME APR

MAR

DISOCCUPAZIONE

4,5%

4,4%

4,3%

PAGHE ORARIE

+0,4%

n.d.

$14,17            +0,4%

POSTI DI LAVORO

-223.000

+25.000

-86.000