USA: DEFICIT COMMERCIALE SCENDE IN LUGLIO

19 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il deficit della bilancia commerciale degli Stati Uniti si e’ sceso in luglio a quota $28,8 miliardi; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Commercio USA.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones mostra che gli economisti intervistati si attendevano per luglio un deficit di $29,5 miliardi.

Il dato si era attestato a $29,4 miliardi in giugno, dato oggi rivisto a $29,1 miliardi.

Sebbene il deficit si sia rivelato piu’ contenuto rispetto alle attese, il dipartimento del Commercio USA ha comunicato notizie poco confortanti su esportazioni e importazioni che pagano lo scotto di un rallentamento dell’economia americana.

Le esportazioni si sono attestate infatti a $83,9 miliardi rispetto agli $86 miliardi di giugno, toccando quindi il livello piu’ basso dal febbraio 2000.

In particolare, le esportazioni di materiali industriali, di automobili e componenti per le automobili mostrano un declino piuttosto grande.

Le esportazioni USA in Giappone sono calate a $4,32 miliardi, il livello piu’ basso dal maggio 1999. Il deficit con il Giappone si e’ allargato a $5,9 miliardi mentre a giugno si era attestato a $5,0 miliardi.

Riflettendo la cattiva salute dell’economia, le importazioni sono calate per il quarto mese consecutivo attestandosi a luglio a $112,6 miliardi, il livello piu’ basso dal Gennaio 2000 quando il dato era di $111,4 miliardi.

Importazioni e deficit con la Cina hanno toccato in luglio il piu’ alto livello dal Novembre 2000: le importazioni raggiungono $9,0 miliardi e il deficit si posiziona a $7,5 miliardi.