Unipol: attacco speculativo. I CDS schizzano +18%

6 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

I CDS (credit default swaps) del gruppo Unipol hanno subito oggi un’impennata. Le azioni del settore assicurativo sono nel mirino della speculazione, per via dell’eccessiva esposizione delle compagnie italiane ai titoli di stato (Cct e Btp) e ai bond europei, in questa delicata fase in cui i debiti sovrani dei paesi PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia, Spagna) sono oggetto dell’attenta valutazione di money manager, hedge funds e gestori. Prezzi e rendimenti oscillano paurosamente, con una volatilita’ senza precedenti. Un attacco speculativo simile si era gia’ verificato qualche giorno fa con i CDS di Assicurazioni Generali (vedere archivio Situation Room) di cui Wall Street Italia diede notizia prima di ogni altro media.

>>>>>QUESTO ARTICOLO E’ RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI. PER LA LETTURA E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.