UNA CORREZIONE DEL MERCATO DEL 15% CREERÀ OCCASIONI NELLE SMALL CAP

10 Dicembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Royce & Associates, società del gruppo Legg Mason, ritiene che il recente rialzo nei titoli azionari stia per concludersi che questa fase sarà seguita da una correzione di mercato compresa tra il 10% e il 15%. Di conseguenza, si verificherà una rotazione di mercato che vedrà i titoli azionari large-cap sostituiti dai quelli small-cap high quality.

Chuck Royce, chief investments officer and portfolio manager di Royce and Associates, spiega: “Il rally azionario ha registrato uno sviluppo straordinario ma non credo che questo tipo di rialzo, forte e dinamico, possa continuare a lungo. Non penso che una correzione compresa tra il 10-15% sia sorprendente e credo che presto entreremo in un periodo dove i rendimenti di lungo periodo saranno storicamente più positivi e normalizzati.”

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

“I rendimenti dovrebbero essere più bassi di quanto stiamo vedendo nel rally attuale. Assisteremo ad una rotazione più generale tra titoli azionari small-cap e large-cap. Mi aspetto, inoltre, che quelle azioni che sono rimaste indietro nel rally attuale, come ad esempio i dividend payer e altri titoli che consideriamo high quality, si alternino nel ruolo di leader del mercato. Non penso che la leadership attuale di società che non fanno profitti e non pagano dividendi possa durare a lungo.”

Royce ritiene che i titoli bancari, specialmente quelli delle società più piccole, siano tutt’ora abbastanza vulnerabili al pericolo di una recessione. Queste società si trovano ancora nel mezzo di una ristrutturazione di lungo periodo e saranno necessari alcuni anni perché questa giunga a compimento. Ad oggi non possiamo prevedere quali società sopravvivranno, per questa ragione le banche non sono state un settore di investimento particolarmente attivo nell’ultimo anno. L’analisi di Royce del settore finanziario si è focalizzata, principalmente, su asset manager, società di servizi e broker assicurativi.

Conclude Royce “Relativamente alla fine della recessione possiamo dire che la fiducia sta certamente tornando, tuttavia un valido interrogativo da porsi è su quanto velocemente l’economia si riprenderà e a che ritmo crescerà.
Ad esempio, molte aziende hanno registrato guadagni maggiori di quanto ci si aspettasse, ma gran parte di questi sono legati ad un taglio dei costi e non ad un aumento effettivo della domanda, di cui avremo bisogno per una ripresa economica. Non è ancora chiaro di quante scorte di magazzino ci sia bisogno per sostituire quelle che sono state utilizzate e solo l’andamento della domanda ci darà, in modo chiaro, valide indicazioni sullo stato di salute dell’economia.

Copyright © Royce & Associates per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da Royce & Associates, una società affiliata interamente posseduta da Legg Mason ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

###

Royce & Associates è una società affiliata interamente posseduta da Legg Mason interamente focalizzata sul mercato US Small Cap. Fondata nel 1972 da Charles M. Royce, uno dei pionieri nell’investimento in small cap.

Legg Mason, Inc., con sede negli Stati Uniti a Baltimora, è uno dei maggiori gestori patrimoniali a livello mondiale con asset in gestione per 703 miliardi di dollari (al 30 settembre 2008). Con clienti in 180 paesi, Legg Mason è il nono asset manager a livello mondiale (fonte: Pensions & Investments, maggio 2008) . Le società affiliate di investimento, interamente possedute ma indipendenti a livello operativo, operano nei mercati azionari e in quelli a reddito fisso nei principali mercati mondiali. Collettivamente offrono un vasto ventaglio di stili di gestione degli investimenti.