UN RAGGIO DI SOLE

di Redazione Wall Street Italia
8 Giugno 2005 07:07

Il contenuto di questo articolo esprime esclusivamente il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Tiene duro Il Sole 24 Ore diretto da Ferruccio de Bortoli. E non guarda in faccia a nessuno. O, meglio, bisognerebbe rovesciare questo detto comune: guarda in faccia a tutti e non si lascia intimorire, nemmeno dai soci emeriti di Rcs i quali stanno cercando di chiudere il salotto buono, e anzi mette Marchetti, presidente di Rcs, in panchina, seppure in foto.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Il codicillo con il quale vogliono bloccare il patto in caso di opa si è rivelato un escamotage che sfugge a una corretta logica di mercato. De Bortoli ha affidato ieri il commento a Marco Onado, docente alla Bocconi e uno dei maggiori esperti di banche e imprese. Il quale non parla né da accademico né solo a titolo personale. «Questo giornale – scrive infatti – ha anche sostenuto che a un’Opa si risponde con una contro-Opa e con altre soluzioni compatibili con l’interesse della totalità delgi azionisti.

La scelta effettuata dal patto di sindacato non va invece in questa direzione e soprattutto, se imitata, rischia di rendere ancora più problematico il ricambio della classe dirigente». Un argomento forte, che parla anche ai vertici della Confindustria i quali vanno cercando una nuova classe dirigente come Diogene con la sua lanterna cercava l’uomo.
Onado cita Schumpeter e colpisce diritto al cuore. Ricorda che delle 219 società quotate, solo 36 sono davvero contendibili e 28 (il 15% in termini di capitalizzazione, quindi tra le più grandi) sono rette da patti di sindacato.

«Il testo unico della finanza, oltre ad aumentare la trasparenza in materia di patti di sindacato, aveva attribuito agli aderenti il diritto di recedere senza preavviso dagli impegni in caso di offerta pubblica. Aveva dato, cioè, agli scalatori la possibilità di usare una leva, la cui efficacia era stata dimostrata proprio nelle recenti vicende di Antonveneta e Bnl. La soluzione architettata per Rcs sarà formalmente ineccepibile, ma ha effetti perversi e va nella direzione opposta». Più chiaro di così.

Allora bisogna lasciar campo libero a Ricucci sulle cui manovre e sul cui profilo lo stesso Sole 24 Ore ha sollevato più di una riserva? Il problema non è questo. Il problema è che, se vogliono difendersi, la via maestra è una sola: aprire il portafogli e comprare più del loro sfidante. Insomma, lanciare un’opa sul 100 per 100 del titolo. Così funziona un sistema di mercato. Chapeau a Onado, al Sole e al suo direttore. Siamo sicuri che ieri, di prima mattina (come faceva l’Avvocato) lo abbia chiamato Luca di Montezemolo per fargli i complimenti. O no?

Copyright © Il Riformista per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved